Perché tutti parlano dell'abito di Diletta Leotta a Sanremo

Polemica social sul vestito della giornalista, a scagliarsi contro di lei Caterina Balivo: «Non puoi parlare della violazione della privacy con quell'abito» per poi chiedere scusa

diletta leone abito sanremo
Getty Images

Diletta Leotta a Sanremo 2017 fa discutere per un abito considerato - per molti - troppo sensuale e allusivo, non ritenuto opportuno per parlare di cyberbullismo, argomento su cui è stata invitata a dare la sua testimonianza. Ed è polemica.

Lo spacco vertiginoso dell'abito di Diletta Leotta.
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

L'abito di Diletta Leotta è firmato Alberta Ferretti, rosso con stampa ispirata a fiori stilizzati in argento, composto da un crop top e una maxi skirt che scende con strascico e uno spacco vertiginoso. Non mostra nulla la giornalista che mette in risalto un fisico perfetto con un vestito che poche potrebbero permettersi. E lo fa con semplicità ed eleganza, senza malizia (che aveva messo, ad esempio, Belen Rodriguez con l'abito di Fausto Puglisi a Sanremo 2012). Del resto, se non metti un abito così a 25 anni, quando? (Personalmente è uno degli abiti più belli visti per la prima serata del festival di Sanremo 2017).

Tutte contro Diletta Leotta

Caterina Balivo è la più dura. Non usa mezzi termini per Diletta Leotta: «Non puoi parlare della violazione della privacy con quel vestito», scrive su Twitter Caterina Balivo che è un po' come dire: «Chi indossa la minigonna è a rischio stupro». La conduttrice si sofferma sull'abito, che può piacere o no, ma una donna deve e può sempre denunciare e portare la sua testimonianza su fatti di violenza qualsiasi cosa indossi. E poi «con la mano che cerca di allargare lo spacco della gonna». In fondo, non è una sorta di cyberbullismo anche questo?

Caterina Balivo ha poi chiesto scusa all'inizio della trasmissione che conduce su Rai Due, Detto Fatto. «È stato un tweet infelice, ho commesso un errore», ha dichiarato, «Non sono nessuno per giudicare: il mio era un commentare semplicemente un atteggiamento. E mi dispiace che sia passato come un giudizio. Mi dispiace anche aver visto così tanti tweet aggressivi contro di me, ma è stato un mio errore. Non volevo offendere nessuno e se l'ho fatto, mi spiace».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Nei giorni precedenti all'inizio del festival è stata Paola Ferrari a scagliarsi contro Diletta Leotta. «Mi viene la nausea», aveva twittato non comprendendo la presenza della giornalista di Sky tra gli ospiti di Sanremo, «la mia azienda porta ad esempio come giornaliste sportive Diletta Leotta e Ilaria D'Amico. Mamma mia! E su Rai 2?».

C'è da dire che la presenza di Diletta Leotta sul palco di Sanremo 2017 è legata al caso che l'ha vista protagonista nel settembre 2016 quando degli hacker le rubarono delle foto private dal cellulare per diffonderle online. La giornalista ha raccontato la sua esperienza e, soprattutto, ha lanciato un appello: «Solo chi ci passa sa che cosa si può provare. Denunciate, ragazze. Siate coraggiose». E più che l'abito, è questo quello che conta.

In difesa di Diletta Leotta Maria De Filippi

In conferenza stampa Maria de Filippi, conduttrice del Festival di Sanremo, non ha potuto non prendere posizione: «L'abito non l'ho visto, al fianco di Diletta Leotta c'era Carlo Conti. In ogni caso: ognuno ha il diritto di vestirsi come gli pare. È come commentare che se una ha la minigonna è giusto che la violentino. Siamo tornati indietro anni luce, meglio non dare spazio a queste cose».

Diletta Leotta come Taylor Swift?

E pensare che Taylor Swift ha indossato un abito simile per i Grammy Awards 2016. Il vestito della cantante ha lo stesso crop top e una gonna maxi a vita alta con spacco vertiginoso, i colori accesi. La firma di Atelier Versace. Per lei nemmeno una polemica. Nessuna, in tutto il mondo.

Taylor Swift in Atelier Versace.
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito