Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Chi è Donald Trump, il 45° presidente degli Stati Uniti d'America?

Provocatorio e conservatore: tutto quello che c'è da sapere sul successore di Barack Obama che ha messo all'angolo Hillary Clinton

Donald Trump 45° presidente degli Stati Uniti cose da sapere
Getty Images

Il dopo Obama ha un nome: Donald Trump. È l'imprenditore il 45° presidente degli Stati Uniti d'America, candidato per il partito repubblicano. Accusato di misoginia e razzismo, populista e conservatore, è il simbolo dell'America della rabbia e della provocazione, che ha vinto alle elezioni presidenziali 2016 sull'America rivoluzionaria (e della speranza) con Hillary Clinton messa all'angolo dopo lo scandalo delle email e i confronti con l'avversario.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Donald Trump, 70 anni.
Getty Images

Una cosa è certa: la vittoria era data per scontata per i democratici. Tutti a sostenere la moglie di Bill Clinton - come Lady Gaga nelle vesti di suffragetta, il cast di Will & Grace, Kate Perry nuda in un video e Madonna sempre più provocatoria - in pochi Donald Trump (tra questi Mike Tyson, Clint Eastwood, Puff Diddy sono i suoi sostenitori alle primarie). E da buon uomo d'affari, è riuscito nell'impresa di mettere al tappeto i democratici, da solo contro tutti visto che gli stessi repubblicani non hanno mai pienamente creduto e appoggiato il loro candidato. Anche questo è un risultato storico: appena eletto, è il presidente degli Stati Uniti d'America più controverso.

Il primo discorso e i risultati

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

«Per repubblicani e democratici è arrivato il tempo dell'unione. Dobbiamo collaborare, lavorare insieme e riunire la nostra grande nazione. Ho appena ricevuto le congratulazioni di Hillary Clinton e io mi congratulo con lei. La nostra non è stata una campagna elettorale, ma un grande movimento», le prime parole di Donald Trump come presidente. Un'elezione che riporta i repubblicani alla Casa Bianca dopo 8 anni di Governo democratico di Barack Obama. Nonostante i sondaggi e le aspettative Hillary Clinton non è riuscita a regalarci il finale atteso con 214 seggi ai democratici contro i 274 dei repubblicani. 

Getty Images

Le donne della campagna elettorale

Da una parte Hillary Clinton, la candidata che aspira a diventare la prima donna presidente degli Usa. Dall'altra Melania Trump, la terza moglie del presidente Donald che non lo ha mai abbandonato, nemmeno quando con le sue dichiarazioni ha messo in imbarazzo e in ridicolo il partito repubblicano (sempre seguite da smentite), quando ha offeso il sesso femminile e il popolo afroamericano. Ma Melania Trump è stata anche l'asso nella manica di queste elezioni 2016: è lei che piace, ex miss e modella, e sa sempre far parlare di sè, anche copiando i discorsi di Michelle Obama. E poi la figlia Ivanka Trump con la stessa voglia di potere del padre: moglie, madre e imprenditrice, avrebbe avuto le carte in regola per diventare vicepresidente. Un'idea troppo provocatoria anche per lo stesso Donald che alla fine ha scelto Mike Pence.

Getty Images

Ma chi è Donald Trump?

Uno degli uomini più ricchi al mondo, personaggio televisivo con qualche velleità cinematografica, un imprenditore del mercato immobiliare, amante del wrestling e appassionato di politica, cinque figli avuti da tre differenti mogli. Questo il profilo di Donald Trump, il contrario insomma del presidente uscente Barack Obama. Ma gli americani come l'hanno presa questa vittoria? Molti di loro vogliono scappare in Canada... 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito