Chi è Samantha The Panther, la burattinaia ops l'esperta di etichetta a cui Meghan Markle deve tutto

Una delle più fidate collaboratrici della Regina Elisabetta II seguirà la Duchessa del Sussex per un royal training su misura

image
Getty Images

Meghan Markle dovrà inchinarsi davanti alla Regina, a Camilla Parker Bowles ma anche a Kate Middleton (perché moglie dell'erede al trono e più in alto di lei nel Royal Rank). Non potrà più usare smalti dai colori improbabili, fare selfie e autografi, accavallare le gambe in pubblico (sì le caviglie). No a gonne corte, jeans strappati, commenti politici e dichiarazioni tranchant su qualsiasi argomento. Sono un mucchio di cose. Prepararsi alla vita di corte è molto più impegnativo che imparare a memoria una scena di Suits e Meghan deve averlo già interiorizzato. Ma la Duchessa del Sussex non è stata e non sarà sola nella sua trasformazione da commoner a reale, da attrice di serie tv a moglie del Principe Harry. Come racconta il Dailymail, infatti, la Regina Elisabetta avrebbe prestato alla nipote acquisita uno dei suoi più fidati aiutanti (che ha un soprannome evocativo all'ennesima potenza) per prepararla come si deve alla sua nuova vita regale. Perché The Queen ci tiene assai all'etichetta quasi come ai suoi cavalli di Sandringham. La prescelta sarebbe Samantha Cohen detta Samantha the Panther per il suo caratterino deciso e fermo, 49 anni nata a Brisbane in Australia, da 17 assistente personale della Regina, che da qualche settimana avrebbe fatto le valigie per passare dagli uffici di Buckingham Palace a quelli Kensington Palace.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Madre di tre figli e sposata con un dentista, Samantha La Pantera avrebbe l'arduo compito di guidare Harry e Meghan durante il loro primo anno di matrimonio, in particolare di tenere d'occhio Miss Markle e insegnarle come si tiene in mano la tazza da tè o come si ride a una battuta (infelice) del Duca di Edimburgo. Pare che la Cohen abbia già messo in luce il suo caratterino di ferro alla Margareh Tatcher già nei preparativi del royal wedding (avvistata tra gli invitati con un abito di pizzo di Temperley London) e nell'organizzazione della festa in giardino di martedì a Buckingham Palace, la prima apparizione di Meghan in veste di Sua Altezza Reale (che ha subito seguito l'etichetta indossando le calze velate tanto care alle donne Windsor). Mrs Cohen è un osso duro se non fosse chiaro a tutti: qualche anno fa la Regina le avrebbe chiesto di organizzare una festa speciale a palazzo per celebrare le 200 donne più potenti della Gran Bretagna e a quanto pare si sarebbe rifiutata categoricamente di invitare Victoria Beckham perché «essere ricchi non è abbastanza per ricevere un invito a Buckingham». God save Meghan, abbiamo il sentore che ne avrà bisogno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi