Chi è Douglas Kirkland, il fotografo (e grande amico) di Marilyn e Coco Chanel in mostra a Parigi

Marilyn Monroe, Coco Chanel, Brigitte Bardot, Audrey Hepburn e le grandi star di cinema e moda del XX secolo, in mostra con gli scatti di Douglas Kirkland

image
Douglas KIRKLAND - An Evening With Marilyn - Novembre 1961 © Douglas Kirkland

Toccare il cuore della gente è una dote rara. Riuscire a farlo con le icone del cinema, della moda e della cultura, fotografate in oltre cinquanta anni di carriera, ha reso Douglas Kirkland un vero mito: celebrato da premi, collezioni prestigiose, pubblicazioni e tantissime mostre. Un grande talento, svelato dal fascino di Marilyn Monroe tra le lenzuola di seta, la capacità di avvicinare le celebrità più sfuggenti e fotografare i set cinematografici di capolavori come Titanic. Un dono nutrito dal grande amore che prova per la gente. «Io amo la gente, mi interessa davvero. È una sensazione vera e onesta. Il mio sogno è sempre stato rendere le persone belle» (Douglas Kirkland, intervista Vanity Fair). Per chi conosce il suo lavoro, è evidente quanti sogni sia riuscito a realizzare Kirkland. Agli altri e chi approfitta della bella stagione per visitare Parigi, consiglio la retrospettiva ospitata alla Galleria Gadcollection, in 4 Rue du Pont Louis-Philippe (24 maggio 2018 - 3 luglio 2018).

Brigitte Bardot, Mexico, 1965
© Douglas Kirkland​​

Pubblicità - Continua a leggere di seguito


Il canadese Douglas Kirkland (1934), a undici anni inizia a fotografare, sognando di grandi fotografi del calibro di Irving Penn e riviste come Look e Life. A ventitré si trasferisce a New York e diventa l’assistente di Irving Pen. A ventiquattro, convincendo Elizabeth Taylor a lasciarsi fotografare viene assunto da Look (come lo sarà da Life nel 1971). A ventisette, per il 25° anniversario della rivista, fotografa Marilyn Monroe. Nuda, radiosa e seducente tra le lenzuola di seta del letto sfatto. Le foto vengono pubblicate il 17 Novembre 1961, sei mesi prima della morte della Monroe, ma Kirkland è già famoso in tutto il mondo.

Coco Chanel - Août 1962
© Douglas Kirkland (roll 23 - frame 7)​​


Douglas Kirkland realizza molti sogni nel corso della sua carriera, fotografando tanta bellezza, insieme ad aspetti nascosti di tutte le celebrità che ha ritratto (comprese spontaneità, naturalezza e vulnerabilità). Nell'estate del 1962 raggiunge Coco Chanel a Parigi e la magia si ripete. Seguendo la celebre stilista per tre settimane, riesce a strappare preziosi istanti d'intimità al quotidiano del suo atelier, quanto fa nei suoi appartamenti privati. Scatta immagini inedite dell'icona della moda a lavoro, tra le sue modelle, manichini e amici. Intenta a sistemare uno dei suoi abiti, con la sigaretta che pende dalle sue labbra.

Coco Chanel - Août 1962
© Douglas Kirkland (roll 49 - frame 35)​​


Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Audrey HEPBURN, Glasses and Hat, 1965
© Douglas Kirkland​​

Il prestigio cresce fotografando celebrità come Audrey Hepburn e Andy Warhol, Marlene Dietrich e Brigitte Bardot, Jeanne Moreau o Nicole Kidman, tra i tanti. Il suo ritratto di Charlie Chaplin è entrato anche nella prestigiosa collezione della National Portrait Gallery di Londra. Il fotografo approfittava di ogni occasione per per entrare in sintonia con chi ha davanti e coglierne qualche aspetto intimo della personalità. «Nicholson si era dimenticato che dovessi arrivare. Mi aprì la porta Anjelica Huston, addormentata. Ci ha fatto il caffè. Eravamo solo noi tre. E mentre scherzavamo, lui decise di fumarsi un fiammifero» (Douglas Kirkland, intervista Vanity Fair).

Questo lo porta anche su un centinaio di set cinematografici (e dietro le quinte altrettanto affascinanti) che hanno segnato la storia della settima arte. Pellicole come 2001: A Space Odyssey di Stanley Kubrick; New York, New York di Martin Scorsese; Moulin Rouge di Baz Luhrmann; Saturday Night Fever di John Badham, La mia Africa di Sydney Pollack o il Titanic di James Cameron, raccolto anche in un libro. Il primo libro di fotografie a raggiungere il numero uno della classifica dei best seller del New York Times. Ora il prestigioso parterre di celebrità immortalate dal fotografo ultraottantenne è pronto a sfilare sulle pareti della galleria parigina di Gad Edery (gadcollection.com).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi