I have a dream! Il sogno di Martin Luther King fa riflettere (anche al Photofestival 2018)

Il sogno di Martin Luther King fa riflettere sul presente con la fotografia che racconta la storia che ha cambiato il mondo, in mostra al Photofestival 2018

Martin Luther King Jr. e Mathew Ahmann in mezzo alla folla durante la Marcia per i Diritti Civili, conclusa dal celebre discorso noto come "I have a dream", pronunciato da Martin Luther King davanti al Lincoln Memorial di Washington, D.C., USA, 28 agosto 1963
Foto di Rowland Scherman (1937) © Courtesy U.S. Information Agency - Press and Publications Service / NARA - National Archives and Records Administration

«I have a dream». Il sogno del reverendo Martin Luther King jr è noto, quanto la potenza del celebre discorso che lo sintetizza, pronunciato il 28 agosto 1963, alla folla di partecipanti alla Marcia per i Diritti Civili di Washington. Il sogno di un simbolo della protesta non violenta, destinato a cambiare per sempre la nazione, il corso della storia, il volto della segregazione razziale americana e il modo di guardare il mondo. Anche dopo la scomparsa del leader visionario che lo ha pronunciato, assassinato il 4 aprile 1968: "Ho l'audacia di credere che tutte le persone dovrebbero avere almeno tre pasti al giorno per il proprio corpo, istruzione e cultura per la propria mente e dignità ed uguaglianza per il proprio spirito".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Weekend ad Hyannis Port. Il presidente JohnFitzgerald Kennedy con sigaro e New York Times a bordo dell'Honey Fitz, 31 agosto 1963 Hyannis Port, Massachusetts
U.S.A. Foto di Cecil William Stoughton (1920 – 2008) © Courtesy Office of the Military Aide / White House Photograph Office / NARA - National Archives and Records Administration

1968-2018. Alle soglie del 50° anniversario dell'assassinio di Martin Luther King (seguito a quello di John Fitzgerald Kennedy), l'America ha rimpiazzato il suo primo presidente nero con Donald Trump. Conflitti di ogni genere non mancano di calpestare i diritti civili elementari in ogni angolo di mondo e il suo sogno fa ancora riflettere con la fotografia che racconta la storia (da quasi due secoli). La sintesi del discorso tra i più studiati (e copiati) della storia e tutto quello che ha ispirato e seguito, anima la selezione di circa 200 fotografie di "I have a dream. La lotta per i diritti civili degli Afro-Americani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King", in mostra a La Casa di Vetro di Milano (31 marzo – 23 giugno 2018) e nel programma del 13th Photofestival della capitale meneghina, dedicato a "Innovazione Conoscenza Storia".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il gotico americano di Gordon Parks. Ritratto di Ella Watson, donna delle pulizie del governo, Agosto 1942 Washington, D.C., USA
Foto di Gordon Park (1912 – 2006) © Courtesy Farm Security Administration - Office of War Information Photograph Collection / Library of Congress

La mostra curata da Alessandro Luigi Perna come parte del progetto History & Photography, contempla alcune rare foto a colori degli anni '30 e quelle di grandi fotoreporter statunitensi dell'epoca. Dorothea Lange, Lewis Hine, Arthur Rothstein, Marion Post Wolcott, Jack Delano e Gordon Park. Il viaggio nel tempo che compiono, torna nei campi di cotone della Georgia con i contadini fotografati da Jack Delanoper la Farm Security Administration. Entra negli uffici del governo con il ritratto di Ella Watson, la donna delle pulizie nera, fotografata da Gordon Parks con scopa e spazzolone in mano e la bandiera a stelle e strisce alla sue spalle. Torna a marciare per i diritti civili con star del cinema come Marlon Brando, a cantare inni alla libertà e all'uguaglianza con Bob Dylan e Joan Baez, ricordando il supporto dei bianchi progressisti, dei sindacati democratici e l'appoggio alla causa antirazzista fornito dal presidente John Kennedy e, dopo il suo omicidio, del suo successore Lyndon B. Johnson.

Joan Baez e Bob Dylan, giovanissimi, alla Marcia per i Diritti Civili di Washington, D.C. 28 agosto 1963, Foto di Rowland Scherman (1937)
© Courtesy U.S. Information Agency - Press and Publications Service / NARA - National Archives and Records Administration

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

L'attore Marlon Brando alla Marcia per i diritti civili a Washington 28 agosto 1963 Washington
Autore sconosciuto © Courtesy U.S. Information Agency - Press and Publications Service / NARA - National Archives and Records Administration

Il presidente Lyndon B. Johnson si incontra con Martin Luther King, Jr. nella Sala di Gabinetto della Casa Bianca, 18 marzo 1966, Washington, D.C
Foto di Yoichi Okamotow (1915 – 1985) © Courtesy Lyndon Baines Johnson Library and Museum
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Rivolgendosi al grande pubblico e alle scuole, le fotografie rappresentano la condizione dei neri nelle campagne e nelle città degli Stati Uniti, tra la fine della Guerra Civile Americana e gli anni '60 del Novecento, tra i battesimi del Ku Klux Klan e l'integrazione scolastica. Raccontano il viaggio che arriva a porre fine alle discriminazioni razziali con il Civil Rights Act del 1964, restaurando la tutela del diritto di voto a tutti i cittadini americani.con il Voting Rights Act del 1965. Mostrano la storia di ieri per riflettere sul presente e guardare da diverse prospettive i sogni di domani.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Contadini arano un campo di cotone , 1941, Greene County, Georgia, U.S.A.
Foto di Jack Delano, Farm Security Administration © Courtesy Farm Security Administration - Office of War Information Photograph Collection / Library of Congress

Battesimo del più piccolo degli uomini del Ku Klux Klan, Stanley W., di 8 settimane, 1924, U.S.A.
Autore sconosciuto © Courtesy Triangle Studio of Photography / The Library of Congress

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Malcolm X (1925 – 1965) all'interno del tribunale del Queens, 1964 Queens, New York, N.Y., U.S.A.
Foto di Herman Hiller © Courtesy New York Work Telegram and The Sun Newspaper Photograph Collection / The Library of Congress

Integrazione scolastica alla Bernard School, 27 maggio 1955 , Washington, D.C., U.S.A.
Foto di Thomas J O'Halloran © Courtesy U.S. News & World Report Magazine Photograph Collection / The Library of Congress

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Personaggi