Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Olimpiadi 2016: le atlete di cui sentiremo parlare anche dopo Rio

Per chi con la vittoria o la sconfitta ha acceso i Giochi olimpici la sfida continua con una certezza: queste ragazze ci faranno sognare ancora

olimpiadi 2016: atlete più famose di rio
Getty Images

I Giochi olimpici incendiano, scoprono corpi, rivelano passioni. Poi quando le Olimpiadi 2016 finiranno, ti chiederai: e ora come farò senza? Nessuna paura, rivedremo presto tutte. Se ti arrampichi sul mondo vuol dire che sei pronta a regnare. E anche chi ha vacillato sul trono tornerà, perché una regina lascia la corona, non fugge. Sì, Federica Pellegriniquarta nei 200 stile libero, la sua gara preferita, non uscirà dall'acqua. Non così, non sconfitta, non con le lacrime. Ha 28 anni, ora andrà in vacanza, prenderà una pausa e poi tornerà in piscina per un ultimo atto che le rimetta sottobraccio la felicità. Cerca ancora un angolo di futuro, prima di cambiare orizzonte. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Rossella Fiamingo, 25 anni, catanese, argento nella spada, fidanzata con il nuotatore olimpico Luca Dotto, una delle coppie più belle di Rio: rivedremo anche lei. È molto legata alla sua terra, è andata a vivere da sola e si è comprata una casa sul mare. Due volte campionessa mondiale, diplomata in pianoforte, dopo l'argento, per una promessa, si è tinta i capelli color rosa. Crescerà ancora la canadese spilungona Penelope detta Penny Oleksiak, 16 anni, millennial del nuoto: a Rio 2016 ha vinto quattro medaglie e soprattutto l'oro nei 100 stile libero, a pari merito con Simone Manuel, americana, vent'anni, prima afroamericana a vincere un titolo individuale in vasca. Nessuna delle due ragazze all'arrivo ci voleva credere, tanto erano sorprese di essere così avanti. Freschezza, spontaneità, leggerezza. 

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ma il fenomeno resta Katie Ledecky, 19 anni, americana, 12 record del mondo da Londra 2012 che la rivelò. Sembra Piperita Patty, molto anti-diva, molto diligente, l'hanno già soprannominata la Phelps delle donne per il suo stakanovismo. Ha giocato anche a calcio e a basket e fa tutto con un sorriso, dice che la fatica non le pesa. Rivedremo in volo, perché salta con una potenza eccezionale, la piccola Simon Biles, centimetri 1,45, afroamericana, 19 anni, la prima a vincere nella ginnastica artistica tre titoli mondiali consecutivi, una delle sportive più seguite su Instagram e a conquistare un bacio da Zac Efron. L'unica in grado di eseguire figure difficilissime che hanno preso il suo nome, in pedana vola al doppio della sua altezza. Ha una storia difficile alle spalle: figlia di una madre drogata e alcolizzata, è finita in un orfanotrofio ed è stata poi adottata dai nonni. Perfino Nadia Comaneci, il primo dieci nella storia della ginnastica, dice che Biles fa sembrare semplici le cose complicate. E quando fai così il volo nel futuro è assicurato.

Le foto delle atlete star su Instagram delle Olimpiadi 2016

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Buonanotte Rio ❤ #italiateam #love #rio2016 #olympics #obiettivoRO ✅

A post shared by Rossella Fiamingo (@rossellina91) on

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Less than 30 days✌ #letsgo #rio

A post shared by Penny Oleksiak (@typicalpen) on

Pubblicità - Continua a leggere di seguito