La parità come la intendono a Hollywood

La liberazione femminile al cinema? Prendere delle obese e chiamarle curvy; prendere attrici con il corpo da modella come Charlize Theron in Atomica bionda e farne delle eroine d'azione. Vie di mezzo: non pervenute

image
Getty Images

Quando leggerete quest'articolo, nei cinema americani starà uscendo Atomica bionda (in Italia arriva il 17 agosto). Io, che quest'articolo lo sto scrivendo una settimana prima ma ho i superpoteri, posso già sintetizzarvi le recensioni. Esultanza per l'empowerment femminile (agente segreta sgomina da sola tutti i cattivi, tutti maschi). Sospiri di sollievo: dopo Wonder woman, un'altra donna forte protagonista.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Solo che l'agente segreta è così fessa che,anche quando è chiaro che in qualunque posto vada ci saranno sette cattivi che vogliono ucciderla e che le toccherà correre, lanciarsi dalle finestre e fare la lotta, continua a mettersi i tacchi alti (dopo una rissa con reggicalze che spunta dalla gonna dice «A saperlo mi sarei vestita diversamente», ma poi continua a conciarsi da pin-up). Certo, il film è tratto da un fumetto, genere che non privilegia la verosimiglianza, ma fa comunque ridere che una sventola di un metro e ottanta che deve farsi notare il meno possibile vada in giro con capelli biondo platino (e una frangetta di quelle che vanno ritoccate ogni tre giorni). Nella prima scena in cui compare, Charlize è nuda in una vasca di ghiaccio. È una cura per i lividi di cui è ricoperta. Il messaggio che fingono di darci è: è una macchina da combattimento. Quello che si sono detti è: «Abbiamo Charlize Theron, mica sprecheremo l'occasione di denudarla in tutta la sua magnificenza, compresi i capezzoli induriti dal ghiaccio».

La liberazione femminile come intesa da Hollywood e plaudita dalle commentatrici sui giornali consiste quindi in: prendere delle obese e chiamarle curvy; prendere delle modelle (Charlize Theron ha una solida carriera d'attrice, ma ha il corpo di una modella, beata lei) e farne delle eroine d'azione. Vie di mezzo: non pervenute. Donne carine ma magari che tengon dentro la pancia quando le fotografano: non pervenute. Protagoniste d'azione che incontrino cattivi più bravi di loro a fare a botte: non pervenute (ma quelli non li incontrava neanche Bruce Willis).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Firme