Milano Zucchero e Catrame, 3 posti magici che rendono unica l'estate

Milano non è solo il Duomo o la Pinacoteca di Brera, c'è molto di più: d'altra parte, questa città non si mostra subito, va scoperta pian piano

image
Matteo Maffucci

Canzone per leggere l'umore: Until The Morning, Thievery Corporation.

In questo periodo dell'anno la mia città di nascita, Roma, cambia aspetto.

Da una parte si svuota nei suoi quartieri residenziali, diventando un gigantesco set cinematografico, dall'altra il centro si riempie di turisti in fila indiana con cappellini, selfie-stick, bottiglietta d'acqua, marsupi di dubbio gusto (andrebbero vietati dalla legge!) e tanta voglia di scoperta. Nella mia testa, Milano non è mai stata una meta estiva per turisti, invece, almeno in questo periodo, ne vedo tantissimi. È una notizia, ormai, che Milano come presenze batta Roma. Non metto in discussione la bellezza e il fascino della città meneghina, ma con tutto il rispetto, da questo punto di vista non c'è storia.

Al di là di questo pensiero campanilistico, mi sono chiesto tra me e me cosa consiglierei di visitare o di vivere, escludendo tutto l'ovvio (il Duomo, la Pinacoteca di Brera e Ambrosiana, Sant'Ambrogio, la Scala, la Galleria Vittorio Emanuele II, etc..), mettendovi qui sotto le mie proposte alternative.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

1. Bagni Misteriosi.

Nel centro di Milano (Via Carlo Botta, 18) trovate l'ex piscina Caimi, oggi chiamata Bagni Misteriosi. Vi giuro che è un posto incredibile, ricco di storia. Era uno spazio multifunzionale, che comprendeva un Teatro, dal 1937 si sono aggiunte le piscine, una sala per la scherma, la boxe, una biblioteca e addirittura una stamperia. Oggi, completamente ristrutturato, è un posto dove passare una giornata tra bagni, aperitivi e relax. Un vero e proprio gioiello da vivere, se potete, durante la settimana e non nel weekend. Andateci assolutamente!

Matteo Maffucci

2. Caffè Martesana

Nel quartiere Maggiolina (Via Melchiorre Gioia, 194), c'è questo bar che sembra uscito da un film d'altri tempi. Un luogo davvero speciale, romantico, appartato. Prendersi un caffè o un bicchiere di vino, sotto un glicine secolare e con il Naviglio della Martesana che ti scorre accanto, è una vera occasione per staccare e riacclimatarsi con l'universo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Matteo Maffucci

3. Palazzo de l'Oreggia

Se a Roma abbiamo la Bocca della Verità, a Milano c'è il Palazzo de l'Oreggia (dell'orecchio), dove a una scultura a forma di orecchio si può bisbigliare un desiderio con la speranza che si avveri. In realtà è un citofono per parlare con il portiere. Ma detta così è molto meno poetica.

Matteo Maffucci

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Firme