Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

«Devo mandare mia figlia adolescente dallo psicologo?»

«Leggo di nascosto il suo diario, dove si fa domande troppo grandi per la sua età»: non spiarla e lasciala vivere

Getty Images

La scrittrice Barbara Alberti risponde alle lettrici e ai lettori di Gioia! che vogliono sottoporle i loro problemi di cuore: scrivetele all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it. Ecco il suo consiglio a una madre che ha problemi con la figlia adolescente.

La lettera

«Trascuro mio marito per essere una buona madre, sto dietro a nostra figlia, 14 anni, l'età più difficile, e sono preoccupata per lei. Sta meglio da sola che con le amiche, legge, cerca i vecchi film in Rete, è timida, le piace un ragazzo ma appena lui si è fatto avanti si è chiusa a riccio, ti pare normale? Leggo di nascosto il suo diario, dove si fa domande troppo grandi per la sua età. Cerco di sensibilizzare suo padre, che mi ha detto: Uffa, se è strana, portala dallo psicologo». (Carla)

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Risponde Barbara Alberti

Sì, ci manca pure lo psicologo. Come se non bastassi tu a spiarla. E lasciateli vivere gli adolescenti, l'età difficile, l'età pericolosa… li si tratta come malati, li si sorveglia, e appena sono un po' meno banali vanno curati. Tua figlia ha il dono di non essere comune, ha una vita interiore – e per questo ne fai una sorvegliata speciale? Quanta enfasi negativa, sulla stagione più interessante della vita. La superstizione dell'adolescenza come età «difficile» ignora quanto sia gloriosa – ma lo sai che è l'età più intelligente (lo dicono gli scienziati), più fervida, più creativa dell'essere umano? E quante intuizioni – tua figlia non è strana, ha personalità. Intuisce oggi cose che contengono le ispirazioni future. La frase brutale di tuo marito rivela ciò che vorrebbero i genitori se mandano il figlio dallo psicologo: che venga salvato da ogni diversità, che sia pareggiato come una siepe, perché sia a norma… Vuoi essere una buona madre? Lasciala in pace, 'sta creatura.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Firme