Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Da "bono" a "nudo", come sta cambiando l'apprezzamento estetico delle donne (#FavinoNudo forever)

Il primo a essere reclamato è stato Piefrancesco Favino quando durante il Festival di Sanremo 2018 circolava l’hashtag #FavinoNudo, e adesso potrebbe essere il turno di Guido Caprino, grazie alla serie tv di Sky Il miracolo

Ben Rosett / Unsplash.com

Ogni tanto, su Twitter, ci si approfitta dell’essere femmine. Durante l’ultimo Sanremo, non trovando niente da criticare (criticare è di solito il principale passatempo nelle serate sanremesi), ci si concentrava sull’hashtag #FavinoNudo.

Pierfrancesco Favino.
Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Certo, se fossero uomini a reclamare la nudità della conduttrice, apriti scandalo, ma ve l’ho detto: certe cose fatte dalle femmine sono meno condannabili, tanto vale approfittarsene. Qualcuno ogni tanto chiede: «Sì, ma nudo privatamente? Pubblicamente? 
Per farne che?». Quanto senso pratico, santo cielo: «nudo» è come un fischio per strada, mica ha un costrutto. Insomma, ormai le donne che conosco, se devono esprimere apprezzamento estetico, invocano «nudo». 
E quindi, ora che Il miracolo è arrivato alle ultime puntate, possiamo smetterla di fingere di voler parlare di quanto somigli a Renzi il personaggio di Guido Caprino, diviso tra un referendum e una madonna che piange sangue; o di quanto sia isterica la first lady, inquietante la bambina, zitella la Rohrwacher. Possiamo infine parlare del vero indotto della serie scritta da Niccolò Ammaniti: 
anche voi, come me, ogni martedì, quando va in onda su Sky, 
ricevete solo messaggi che invocano #CaprinoNudo?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Firme