Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Dubai, la città da Guinness

La città degli Emirati Arabi Uniti è una delle mete più cool del mondo: cosmopolita, avveniristica, esagerata, tanto che molti designer e artisti hanno scelto di viverci per ispirarsi e creare

Getty Images

L'impatto è da capogiro: cammini per le strade e senti parlare 200 lingue diverse (a Dubai l'80 per cento della popolazione è straniera), sali in cima al Burj Khalifa, l'edificio più alto del mondo, e spalanchi gli occhi su uno skyline hi-tech circondato da orizzonti di sabbia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il Dubai Mall e l'Opera House
Getty Images

Poi entri nel Dubai Mall, il più grande centro commerciale mai realizzato, e capisci che questa è proprio la città dei Guinness. Dove, in poche centinaia di metri, puoi trovare un acquario da record con 33.000 pesci, la fontana danzante che spruzza acqua al ritmo di note classiche e jazz, hotel di super lusso con vista e un progetto annunciato, l'Opera House (nella foto), che entro la fine dell'anno arricchirà con un teatro e una concert hall il panorama della cultura locale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
I suq dell'oro e delle spezie sulle sponde del Creek
Getty Images

Per un tuffo in mare c'è la spiaggia di Jumeirah con l'hotel Burj Al Arab a forma di vela; per lo shopping la vecchia Dubai con i suq dell'oro e delle spezie sulle sponde del Creek (nella foto), l'insenatura navigabile piena zeppa di dhow (le barche in legno dei pescatori trasformate in taxi-boat a uso e consumo di residenti e turisti).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Palazzo Versace
courtesy Palazzo Versace

Proprio sulle sponde del Creek, da poco è stato inaugurato un nuovo indirizzo del lusso: Palazzo Versace, hotel tutto oro, marmi e mosaici, subito prenotato dai creativi più cool di tutto il mondo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
L'atelier di Patricia Millns
courtesy Patricia Millns

Sono tantissimi i creativi di tutto il mondo che fanno la spola tra le grandi capitali occidentali e Dubai. Ma oltre a quelli che vanno e vengono, molti hanno deciso di restare, come l'artista inglese Patricia Millns (nella foto). «La ragione è semplice: questa città è un'incubatrice di stimoli, il luogo perfetto per ispirarsi e creare», racconta nella sua casa-atelier, tutta bianca, come le opere che realizza. La pensa così anche Viktor Udzenija, fra i più importanti architetti degli Emirati Arabi Uniti, con un passato nello studio di Londra Foster + Partners. «Le nuove generazioni nate qui studiano all'estero, sono aperte a nuove esperienze, seguono gusti più occidentali. E vanno matte per l'arte e il design».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il Design District di Dubai
courtesy Alkersal Avenue

Da non perdere il Design District, nuovo polo cittadino, in parte già operativo, con scuole, uffici, negozi e ristoranti. Sarà completato entro il 2020, quando in città aprirà anche Expo. Intanto vanno forte Alkersal Avenue (nella foto), un mix di capannoni riconvertiti in spazi d'arte nell'area industriale della metropoli, e il polo chic del Gate Village nel quadrilatero del Financial Center, con prestigiose gallerie d'arte come Cuadro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il nucleo storico Al Fahidi
courtesy XVA Gallery

Anche lo storico nucleo di Al Fahidi è in pieno boom: ospita piccoli musei, gallerie storiche come Majlis Gallery e la suggestiva XVA Gallery, un po' galleria d'arte, un po' boutique hotel.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il Centro Sheikh Mohammed for Cultural Understanding
courtesy Centro Sheikh Mohammed for Cultural Understanding

Il quartiere è famoso anche per le iniziative del Centro Sheikh Mohammed for Cultural Understanding: in calendario, tour guidati alla scoperta del patrimonio locale, visite alle moschee, cene tradizionali e corsi di arabo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo
Getty Images

A Dubai vale una visita il grattacielo più alto del mondo, il Burj Khalifa, per ammirare la città in tutta la sua estensione. Obbligatorio prenotare perché i visitatori sono moltissimi. Si può vedere il panorama dello skyline anche da vari locali di tendenza: Level 43, premiato come miglior hotel-bar in Medio Oriente; Iris, al 27esimo piano dell'hotel Oberoi; la terrazza di 40 Kong, al 40esimo piano dell'H Dubai. Strepitosi sia la vista sia i drink.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Dove dormire a Dubai
courtesy Orchid Vue hotel

Il must del momento, a Dubai, sono gli art hotel, a partire da XVA che riunisce, all'interno di un edificio storico, un albergo, un caffè, un negozio di design e una galleria d'arte. L'Hues Boutique Hotel mixa arte e design in chiave contemporanea, mentre all'Orchid Vue Hotel ci sono camere sui toni dell'oro e la piscina sul tetto (nella foto).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi