Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Svizzera: Grand Tour tra laghi, castelli e ghiacciai

Dal trenino rosso del Bernina al nuovo tunnel ferroviario del San Gottardo, dalle piste da sci ai trattamenti benessere, guida alla scoperta del Paese alpino dove viaggiare è facile in auto, in treno, a piedi o in bici

Getty Images

Il fine giustifica i mezzi. Il fine è conoscere a fondo, perlustrandone ogni angolo, la Svizzera; i mezzi sono infiniti: bicicletta, piedi, auto, treno, funivia o battello… Il Grand tour of Switzerland è aperto a ogni possibilità, tanto più che la rete dei trasporti elvetica non è solo capillare e proverbialmente puntualissima, ma anche ben organizzata e inclusa in un unico pass di viaggio (swiss-pass.ch/it/swiss-pass).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Lingue d'asfalto
Getty Images

Perfetto da percorrere in auto o in moto, comunque in totale libertà, il Grand Tour (Svizzera.it/grandtour) attraversa il Paese per oltre 1.600 chilometri, attraverso quattro regioni linguistiche, su cinque passi alpini e lungo 22 laghi, toccando 11 siti Unesco e due riserve della biosfera. In un alternarsi di scenari diversissimi – alte vette e colline coltivate a vigna, paesaggi glaciali e località balneari, città moderne e borghi medievali – ogni tappa è buona per concedersi un diversivo: esperienze gourmet, sport outdoor, trattamenti benessere, visite culturali, attività agrituristiche o shopping.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il passo del Furka
Getty Images

Volendo, potete iniziare il tour proprio nella sua parte più bassa, nell'ultima propaggine settentrionale del Lago Maggiore (193 metri), che condivide le sue rive con l'Italia, per poi arrivare a sfiorare i 2.500 metri al Passo del Furka.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Strade di ferro
Getty Images

Anche per chi preferisce viaggiare in treno, le possibilità di scelta sono molte. Per esempio, si può prenotare uno degli esclusivi viaggi in anteprima nel tunnel ferroviario più lungo del mondo (57 km), la galleria di base del San Gottardo, appena consegnata alle Ferrovie federali svizzere dopo 17 anni di lavori, che aprirà ufficialmente al traffico il prossimo 11 dicembre. A bordo del treno speciale Gottardino, si entra nelle viscere delle Alpi con la possibilità, unica, di fare tappa all'interno del tunnel per una visita guidata a quella che è l'opera del secolo (i biglietti sono limitati, per informazioni e acquisti: SwissTravelSystem.com/puntivendita).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il Grand train tour of Switzerland
Getty Images

Infinite sono comunque le possibilità di raggiungere anche le località più remote della Svizzera percorrendo una strada ferrata (ma anche in autobus oppure in battello) grazie al Grand train tour of Switzerland, che in ogni stagione propone combinazioni di viaggio declinate secondo vari temi, come il gusto, l'acqua, l'arte e la cultura.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il piacere del walking
Getty Images

In una cornice di monti che si rincorrono, oltre 65.000 km di sentieri segnalati conducono, tra prati odorosi e fitti boschi, a panorami impagabili dove pare di toccare il cielo. Ce n'è per tutti i gusti e le gambe: escursioni impegnative, trekking, ma anche piacevoli passeggiate. In ogni caso, funivie e impianti di risalita, aperti anche in estate, vanno incontro ai meno allenati.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Il ghiacciaio dell'Aletsch
Getty Images

Per esempio la Via svizzera, che parte da Brunnen (lago di Lucerna), è percorribile in tre tappe, con l'ausilio di una App che fornisce anche informazioni utili sulla praticabilità. Invece, ci vuole sangue freddo per attraversare, ben assicurati e con un tour guidato, il ghiacciaio dell'Aletsch, nel Vallese (nella foto). Ma lo si può raggiungere comodamente anche lungo il Sentiero del ghiacciaio che muove verso il Lago Märjelen, la cui partenza non è lontana dalla stazione a monte del Bettmerhorn.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
A pelo d'acqua
Getty Images

Oltre agli itinerari in battello sulle acque di grandi laghi turistici – da quello di Costanza a quello di Lucerna, dallo specchio di Lugano a quello di Zurigo, dal Lemano al bacino di Lugano – la Svizzera riserva agli amanti dei ritmi slow scenari acquatici silenti, circondati da natura ancora selvaggia, e diverse possibilità di escursioni a remi, in barca, canoa o kajak: per esempio sul fiume Doubs, nella regione Giura e Tre Laghi, dove scoprire fauna e flora bellissime.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Crociere a tema
Getty Images

Non meno suggestive sono le crociere a tema sul lago di Hallwil, in Argovia (noto anche per il suo castello medievale), e quelle a bordo di un battello storico a vapore sul lago Thun (nella foto, il paese omonimo), nell'Oberland bernese. Splendida e carica di suggestioni è la navigazione con i barcaioli nella grotta di St Léonard, nel Vallese, tra Sierre e Sion, sulle acque del lago sotterraneo navigabile più grande d'Europa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Swiss travel pass
Getty Images

È l'abbonamento più diffuso in Svizzera: permette l'utilizzo dell'intera rete di trasporti pubblici (treni, battelli, bus e mezzi cittadini). Inoltre, dà libero accesso a quasi 500 musei e garantisce una riduzione del 50 per cento su molti impianti di risalita. I ragazzi sotto i 16 anni, accompagnati da un genitore, viaggiano gratis (swiss-pass.ch/it/swiss-pass).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Bicicletta, mountain bike, vela e... cow trekking
Getty Images

La Svizzera si può percorrere anche in bicicletta, mountain bike o veleggiando sui laghi. Oppure usando mezzi di locomozione più insoliti, per esempio a dorso di mucca (cow trekking), alpaca o lama. E ancora, si può scegliere tra parapendio, aeroplani turistici, carri trainati da cavalli, scorribande in sella a un'Harley-Davidson (noleggiabile online), cremagliere, autobus postali e persino pattini a rotelle, ai quali sono dedicati itinerari ad hoc… Trovate il vostro mezzo su Svizzera.it.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi