Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Parigi: guida ai ristoranti più trendy della capitale

Dove mangiare, quali sono i locali più cool e le zone del divertimento? Ecco Ecco qualche suggerimento da una insider per chi si trova in visita nella capitale francese

Getty Images

Ogni angolo di Parigi racconta una storia: di cultura, di architettura, di secoli di evoluzioni sociali, tecnologiche, di moda e anche di cucina. E proprio l'arte culinaria nella capitale francese permette di vivere esperienze uniche in bistrot, cafè o ristoranti di fama internazionale. Ma non solo: mangiare a Parigi può anche essere un momento che coinvolge tutti i sensi, non solo il palato. Per esempio, nel Musée des Arts Décoratifs, nel cuore del Palazzo del Louvre, il nuovo ristorante Loulou offre un viaggio sensoriale unico grazie a un'oasi di pace lontana dal caos urbano e a un menù firmato da Benoit Dargere, che propone una cucina solare, di ispirazione familiare, con piatti che attingono ai sapori della  riviera francese e italiana. Da provare, non trovi?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il nuovo ristorante parigino LouLou.

Per sapere proprio tutto sulla vita, sui ristoranti e sui locali della capitale francese, abbiamo chiesto qualche consiglio pratico a Tanya Romano, una giovane italiana che da anni vive a Parigi per lavoro. Sono undici i ristoranti e i locali che ci ha indicato, per una guida pratica e local su dove andare, cosa fare e come divertirsi day by day.

Tanya, quali sono le zone da frequentare per divertirsi a Parigi?

Bastille, St. Germain Des Pres e la zona di Chatelet sono un concentrato di locali ma in tutta la città ci sono punti frequentati: insomma di gente a Parigi ne gira un po' ovunque!

Per i ristoranti? Quali consigli?

Prima di tutto la regola è questa per capire se un locale vale o meno: più c'è la coda fuori, più il locale è da raccomandare. Poi i ristoranti sono talmente tanti, da scegliere a seconda di quello che si vuole mangiare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Esempi?

In zona Opera c'è Rue St. Anne dove ci sono i ristoranti asiatici, tra questi Sapporo dove si mangia bene e si spende poco. Altri ristorante super conosciuto: Le Polidor, ma il livello è più alto anche nel prezzo. Altro locale che ha un'ottima reputazione,L'Epicerie Musicale. Per chi è più alla mano, in zona Notre Dame e Quartier Latin si può mangiare un kebab gustoso. Se si apprezza la cucina senegalese c'è Le Village non lontano da République: buono e prezzi accettabili.

Di ristoranti italiani se ne trovano?

Di italiani ce ne sono tantissimi: ultimamente ho scoperto Salento, zona Chatelet (centro Pompidou): piccolo ristorante dove si mangia bene e i prezzi sono abbordabili. Pizzerie italiane dove vale la pena andare sono Amici Miei, buono ma caro, e Da Pietro, buono, prezzi normali e in pieno centro). 

Per chi volesse assaggiare qualcosa di tipico francese?

Pochi giorni fa sono andata a St. Germain Des Pres da Le Molière dove si possono gustare crepes e toast vari. Cibo ottimo e il personale è super gentile.

Per il dopo cena invece?

In realtà dipende veramente dalla serata che si cerca: a Parigi è possibile trascorrere serate all'insegna di tutti i gusti. Per chi ama la musica elettronica, ad esempio, c'è il Queens sugli Champs. Per chi non vuole perdersi una serata all'insegna della musica latina a Bastille c'è il Latino Cafè dove organizzano anche serate danzanti sui bateau mouche. C'è poi il Duplex non lontano dall'arco di trionfo: due sale e musiche diverse.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi