Civita di Bagnoregio: 10 curiosità sul borgo rinato

Civita di Bagnoregio, in provincia di Viterbo, è un borgo rinato grazie al turismo

Civita di Bagnoregio
Getty Images

La chiamano la città che muore, ma è davvero così? Non più. Civita di Bagnoregio oggi è letteralmente rinata. Sono i numerosissimi visitatori (oltre 800mila nel 2017) a finanziare i servizi offerti dal Comune, come l'accompagnamento dei disabili o il pronto soccorso. Si paga 5 euro nei giorni festivi e 3 euro in quelli feriali per accedere al bellissimo borgo di Civita di Bagnoregio. Flussi di denaro che hanno rilanciato l'economia locale, incoraggiando allo stesso tempo un turismo di qualità.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Tra i vicoli di Civita di Bagnoregio.
Getty Images

Civita di Bagnoregio, la città che muore

Quella di Civita di Bagnoregio è storia intrisa a leggenda. Fondata oltre 2500 anni fa dagli Etruschi, è stata definita «la città che muore» da uno dei suoi figli più illustri, Bonaventura Tecchi. Motivo? Il colle tufaceo su cui poggia è eroso alla base da due torrentelli sottostanti, oltre che dalla pioggia e dal vento. In realtà il destino di Civita di Bagnoregio non è ancora scritto.

Civita di Bagnoregio, come arrivare

Civita di Bagnoregio è nel Lazio, in provincia di Viterbo. Se provieni da nord, puoi uscire dalla A1 ad Orvieto e seguire le indicazioni per Bagnoregio, distante meno di 20 km. Se provieni da sud, l'uscita consigliata è quella di Orte per poi imboccare la superstrada per Viterbo, uscire a Bagnaia-Montefiascone e seguire il percorso della SP Teverina fino al borgo. Da Civita di Bagnoregio la distanza da Roma è di 125 km, percorribili mediamente in meno di due ore.

I gatti custodi di Civita di Bagnoregio.
Getty Images

Civita di Bagnoregio, curiosità

Quanto ne sai su Civita di Bagnoregio? I film girati, la candidatura a Patrimonio dell'Umanità, le bellezze artistiche e naturali in 10 curiosità tutte da scoprire.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
  1. Civita di Bagnoregio, abitanti – Secondo l'ultimo censimento del 2011 gli abitanti di Civita di Bagnoregio sono 16. Ma le ultime stime parlano di appena 10 abitanti, o addirittura di 7.
  2. Civita di Bagnoregio, terremoto – Mezzo paese è franato nel terribile terremoto del 1695, che cancellò anche l'antica strada di origine romana che portava alla Civita.
  3. Civita di Bagnoregio, ponte – Oggi al borgo si accede esclusivamente attraverso un ponte pedonale in cemento armato lungo 300 metri, costruito nel 1965. Un precedente ponte era stato fatto saltare dai tedeschi nel 1944, durante la II Guerra Mondiale.
  4. Civita di Bagnoregio, monumenti - La cattedrale di San Donato è la principale chiesa del borgo, costruita addirittura nel VII secolo e ristrutturata più volte nel corso degli anni. Nel 1511 il restyling più significativo, su progetto di Nicola Matteucci. All'interno è custodito un meraviglioso Crocifisso ligneo del '400. Anche la Porta di Santa Maria, attribuita al Vignola, è uno dei simboli di Civita ed è composta da due bassorilievi raffiguranti un leone che tiene ben saldo un uomo con i suoi artigli. Da vedere anche il Palazzo vescovile, la casa natale di Giovanni Fidenza, passato alla storia come Bonaventura da Bagnoregio, e l'antico mulino seicentesco.
  5. Civita di Bagnoregio Patrimonio Unesco – Nella primavera del 2017 il governatore laziale Nicola Zingaretti, di concerto con il Governo, ha avviato ufficialmente l'iter per la candidatura di Civita di Bagnoregio a Patrimonio Mondiale dell'Umanità.
  6. Civita di Bagnoregio, film: Alberto Sordi e gli altri – Sono diversi i film ambientati o girati a Civita di Bagnoregio come I due colonnelli del 1962 con Totò, Contestazione generale del 1971 con Alberto Sordi, lo sceneggiato tv Pinocchio del 2009 ed alcune scene di Questione di karma, film del 2017 con Fabio De Luigi. Inoltre, Civita di Bagnoregio compare nelle scene iniziali della soap brasiliana Terra Nostra, del 2002.
  7. Civita di Bagnoregio, eventi - Ogni venerdì santo ha luogo una celebre processione nel corso della quale il Crocifisso custodito nella Chiesa di San Donato viene adagiato in una bara e fatto sfilare per le vie del paese. La prima domenica di giugno, invece, si festeggia Maria Liberatrice, la Santa Patrona. Molto suggestivo è anche il Palio della Tonna, che si tiene la prima domenica di giugno e la seconda di settembre, in cui le contrade cittadine si sfidano in una corsa a dorso di asino. Inoltre, in estate è molto seguito il Tuscia Jazz Festival, che ha base proprio a Civita di Bagnoregio. Il festival richiama nella cittadina viterbese i migliori interpreti del jazz a livello mondiale, insieme a migliaia di appassionati.
  8. Civita di Bagnoregio, presepe vivente – Da alcuni anni Civita di Bagnoregio ospita nel periodo natalizio un bellissimo presepe vivente. La Sacra Famiglia, i pastori, i re magi e gli artigiani della Betlemme di 2000 anni fa prendono letteralmente vita tra le strette viuzze del borgo.
  9. Civita di Bagnoregio, Museo Geologico – Tra le bellezze di Civita di Bagnoregio ci sono anche i surreali calanchi argillosi, formatisi spontaneamente nel corso dei secoli. Questa ed altre meraviglie della natura sono ammirabili presso il Museo Geologico e delle Frane aperto il venerdì, il sabato e la domenica dalle 10 alle 17.30.
  10. Civita di Bagnoregio, La città incantata – Sai che Civita di Bagnoregio compare anche nel capolavoro di animazione La città incantata, del maestro Hayao Miyazaki? Dal 2001, da quando cioè è stato realizzato il celebre film, il numero di giapponesi in visita a Civita di Bagnoregio si è moltiplicato del 20%.
    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Altri da Viaggi