Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Perché il lago di Bolsena è la meta ideale per un weekend d'autunno

L'autunno al lago di Bolsena (a due passi dalla Capitale, tra Viterbo e Civita di Bagnoregio) è magico

Lago di Bolsena
Getty Images

Ci sono stagioni che sanno esaltare dei luoghi di per sé bellissimi. L'autunno, ad esempio, è il periodo dell'anno più indicato per una visita al lago di Bolsena, il principale tra i laghi del Lazio nonché il più esteso tra i laghi vulcanici in Italia e in Europa. Borghi antichissimi ed atmosfere sospese rendono il lago di Bolsena e dintorni un'ottima destinazione per un weekend romantico o all'insegna della natura.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Lago di Bolsena, dove si trova?

Quinto per dimensioni in Italia, il lago di Bolsena si estende per 114,5 kmq nella Tuscia, nell'alto Lazio, non lontano dal confine con Umbria e Toscana. Le acque del lago si adagiano, in pratica, nella caldera più ampia di un antico complesso vulcanico, il Vulsinio. Il perimetro del lago misura 43 km ed al suo interno sorgono due isole, l'isola Bisentina e l'isola Martana.

Origine del lago di Bolsena

Le acque azzurre del lago di Bolsena hanno lentamente riempito la caldera del Vulsinio che, 300.000 anni fa, è collassata su se stessa dopo le ultime eruzioni laviche. Alimentato da alcuni piccoli immissari, il lago ha nel Marta l'unico emissario verso il mar Tirreno. Nelle acque del lago di Bolsena si pesca una grande varietà di pesci: il luccio, il coregone, il persico, la tinca e la scardola, chiamata lasca, uno dei prodotti tipici della Tuscia viterbese. Nel lago di Bolsena il carpfishing è praticato soprattutto nella zona di Gradoli, sulle piazzole indicate del lungolago di Montefiascone ed anche presso il porto di Capodimonte, con la cattura ed il successivo rilascio di veri e propri giganti che possono arrivare anche a 25 o 30 kg.

La rocca Monaldeschi della Cervara, a Bolsena, al cui interno c'è il Museo territoriale del lago di Bolsena.
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Lago di Bolsena, cosa vedere

Sono diversi i paesi sul lago di Bolsena che offrono spunti di natura culturale, paesaggistica o enogastronomica per una escursione tutta da vivere. Nel lago di Bolsena gli itinerari possono essere di terra o di acqua: un modo sicuramente suggestivo per spostarsi da un borgo all'altro, infatti, è quello di affittare un'imbarcazione.

Bolsena

La cittadina che dà nome al lago stesso presenta diverse tracce del suo antico passato estrusco, dalle mura del IV secolo a. C. ad un piccolo tempio. Di epoca romana sono invece l'anfiteatro, le terme, le antiche catacombe protocristiane alcuni ponti e strade. Notevoli pure la Collegiata romanica dell'XI secolo e la settecentesca Cappella del miracolo Eucaristico.

Lago di Bolsena: Montefiascone

Dall'antico borgo di Montefiascone si gode probabilmente il più bel panorama del lago. Tra le bellezze del posto spiccano la chiesa medievale di San Flaviano, il Duomo con la sua imponente cupola e la Rocca dei Papi. Al nome e alla zona di Montefiascone sono associati diversi prodotti tipici della provincia di Viterbo come il vino Est!Est!!Est!!! ed il pregiato olio extra vergine d'oliva. La locale Fiera del Vino è una delle principali sagre della zona del Lago di Bolsena e si tiene ad agosto.

Tramonto sulla cittadina di Bolsena e sul suo lago.
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Lago di Bolsena: Marta

Borgo di pescatori, ha il classico aspetto di un vivace centro medievale con la Torre dell'Orologio, il palazzo Farnesiano ed il bellissimo Santuario della Madonna del Monte, di epoca romanica. A maggio Marta diventa il polo principale di attrazione del lago di Bolsena: eventi come la Festa della Madonna del Monte e la Sagra del lattarino richiamano migliaia di visitatori.

Lago di Bolsena e Civita di Bagnoregio

Sono numerose le attrazioni di Civita di Bagnoregio, antico borgo che sorge alla sommità di una maestosa – e pericolante – platea tufacea. Tra queste spiccano la Chiesa di Sant'Agostino, contenente opere pittoriche di Taddeo di Bartolo e Giovanni di Paolo, l'antica Cattedrale ove è custodita una Bibbia in pergamena del XII secolo e la Chiesa di San Bonaventura, di stampo neoclassico.

Lago di Bolsena, Valentano

Bellissimo borgo medievale è anche Valentano, centro artigianale celebre per la Rocca Farnese (XIV secolo) e per il Museo della Tuscia Preistorica. Altro borgo caratteristico sul lago di Bolsena è Capodimonte, posto proprio alla sommità di un promontorio che si protende verso lo specchio d'acqua. Da vedere anche Grotta di Castro, dalla tipica struttura medievale, e San Lorenzo Nuovo, cittadina settecentesca.

Lago di Bolsena, Gradoli

Arroccata su uno sperone di tufo, Gradoli è un piccolo centro di notevole fascino, celebre soprattutto per i suoi localini caratteristici dove gustare i piatti tipici di Viterbo e dintorni, gran parte dei quali a base di pesce pescato nel lago.

Le isole del Lago di Bolsena

L'isola Bisentina e l'isola Martana sono due macchie verdi nell'azzurro del lago. La prima, la più ampia, ricorda da lontano la sagoma di una bella donna. L'isola Martana, invece, è stata teatro di uno degli eventi storici legati al lago di Bolsena: Amalasunta, regina dei Goti, trascorse qui in prigionia gli ultimi giorni della sua vita, prima di essere uccisa per volere del marito Teodato.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi