Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Porto Badisco: cosa vedere e cosa fare tra località e spiagge belle di una Puglia ancora nascosta

Scopri Porto Badisco, vicino Otranto: cosa fare e cosa vedere in questa perla nascosta del Salento, tra spiagge e località bellissime, monumenti da visitare e specialità enogastronomiche da gustare

Porto Badisco
Getty Images

Tra le spiagge più belle della Puglia, il Telegraph annovera Porto Badisco, tra Otranto e Santa Cesarea Terme. Perché andare a Porto Badisco? Cosa fare? Dove mangiare? Ecco una guida veloce, nel caso in cui tu voglia farci un salto. Rimaniamo dunque nel tacco d'Italia e dopo averti presentato una delle città più belle della Puglia, Otranto per l'appunto, facciamo tappa in un'altra località da sogno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Porto Badisco, Otranto

Poco lontano dalle due località balneari di Castro e Santa Cesarea Terme, tra Punta Scuru e Punta Palascìa, e a poca distanza da Otranto, Porto Badisco e la spiaggia meravigliosa di cui è dotata sono perle ancora poco conosciute del Salento. Una perla rara, dedicata, per ora, a chi vuole trascorrere le vacanze in Puglia scegliendo di evitare la ressa dei luoghi turistici più inflazionati. Porto Badisco è un piccolo e antico villaggio di pescatori che non ha molto da raccontare, se non le sue tradizioni tutte legate al mare. Una località di mare della Puglia tutta da scoprire.

Porto Badisco alberghi

Il turismo di Porto Badisco ha la sua buona fetta di estimatori, che decidono di passare una o due settimane in uno dei villaggi turistici, hotel o appartamenti sul mare che, oltre a regalare una vista senza eguali, pervadono l'animo di un'aura antica e mitica, che solo una terra come il Salento può far respirare.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Porto Badisco, come arrivare

Sono due i modi per arrivarci, entrambi da nord. Dall'interno, da Lecce prendere la Statale 16 direzione Maglie, proseguire per Otranto. Pochi chilometri prima di arrivare a Otranto, girare a destra per Giurdignano, quindi Uggiano la Chiesa e dritto per Porto Badisco. In questo modo eviterai di passare da Otranto, che in agosto è piuttosto affollata. Un'altra possibilità, tuttavia, è di andare da Otranto verso Santa Cesarea Terme, prendendo la litoranea, zeppa di lidi attrezzati. Porto Badisco si trova su questa strada e prima di arrivarci vedrai dei panorami da perdere la testa, davvero. Da Otranto prendi in direzione Punta Palascia, altrimenti la strada principale ti porterà nell'entroterra verso Uggiano La Chiesa. Se ne hai la possibilità, poi, prosegui ancora più a sud di Porto Badisco, la litoranea è strepitosa.

L'approdo di Enea

Porto Badisco è letteralmente un mito. Secondo Virgilio, Enea prese terra proprio qui, col padre Anchise e il figlio Ascanio, dopo la fuga da Troia. Ma la vera storia di Porto Badisco comincia millenni fa, dentro la Grotta dei Cervi. Porto Badisco dispone di un complesso sotterraneo tra i più importanti in Europa, ma ancora non aperto al pubblico. Vi sono state rinvenute numerose iscrizioni in guano e ocra rossa dell'era neolitica, rimaste intatte nel tempo. Sono immagini di uomini che tendono l'arco, donne, bambini, animali, nonché immagini dal contenuto simbolico e probabilmente, almeno in alcuni casi, magico. Le pitture rupestri di Porto Badisco, purtroppo, non sono ancora accessibili, ma ci sono altre grotte nei dintorni che si possono visitare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Porto Badisco, escursioni

Grotta Zinzulusa, nell'area di Castro Marina, è la grotta carsica più popolare tra i turisti che vogliono organizzare escursioni in barca a partire da Porto Badisco paese. Ci si può organizzare con associazioni di diving per fare immersioni nell'antro oppure scoprire le vie d'accesso, realizzate dagli stessi operai che lavoravano nella grotta negli anni '40, e che oggi vengono utilizzate come camminamenti dai turisti. Si possono ancora vedere i nomi degli addetti ai lavori scritti con lo stesso guano di pipistrello che ricopriva le pareti della grotta e che poi fu estratto. Ma ce ne sono anche altre, come la Grotta Funeraria, di origine marina, dove sono stati trovati altri resti di insediamenti umani risalenti al Neolitico. Molte grotte marine, come quella de La Sorgente, sono visitabili con escursioni in gommone. La Fraula a Porto Badisco si trova nella località omonima a 5 minuti dal centro del paese. Oltre al centro immersioni qui troviamo anche una casa vacanze, ideale per le vacanze al mare coi bambini.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Porto Badisco, cosa fare

Obbligatoriamente, una bella nuotata nell'insenatura. Ma se ti va, anche una breve escursione non impegnativa lungo il promontorio o un picnic nella piccola pineta, rispettando al massimo l'incantevole scenario in cui ti troverai.

Porto Badisco, dove mangiare

Se vuoi rimanere in zona, sono due i posti in cui poter mangiare. Il ristorante L'Approdo di Enea (giustappunto), che serve drink, snack e pizze: è proprio davanti alla spiaggia. Poco più all'interno, invece, troverai la Masseria Panareo, una guest house con un ristorante: menu a base di pesce ma non solo.

In definitiva le attrattive per delle splendide vacanze a Porto Badisco sono: spiagge quasi del tutto vergini, lidi isolati, calette silenziose. A differenza della maggior parte del litorale salentino, Porto Badisco non offre lunghe distese di sabbia, ma una serie insenature. Il paese si trova all'interno di un piccolo fiordo, la baia di Porto Badisco, che garantisce completo relax. Tra l'altro l'insenatura è caratterizzata da due pareti rocciose a picco sul mare che richiamano un altro tipo di turisti: gli amanti della falesia, che vedono nell'arrampicata di Porto Badisco una sfida nuova per mettersi alla prova. Il tutto bagnato da un mare cristallino e trasparente, tipico della Puglia, e ancora di più quando si è lontani dal turismo di massa. I visitatori hanno la possibilità di godersi in santa pace tutto il meglio che la natura ha riservato all'uomo in questo posto: una macchia mediterranea da cui salgono gli odori di piante aromatiche come timo, rosmarino, cappero, salvia, finocchio e mirto; e poi pinete, olivi, oleandri, querce; fiori come la campanula pugliese e il fiordaliso di Leuca; e una fauna marina che è il sogno di qualsiasi amante dello snorkeling e del diving.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi