Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Penisola Sorrentina: la guida completa alle bellezze della Costiera

Una fantastica meta per le vacanze, tra mare, sole, profumi e bel vivere

Penisola Sorrentina: Sorrento
Getty Images

La Penisola Sorrentina è una delle mete turistiche italiane più amate e conosciute in tutto il mondo. Il mare limpido e cristallino che si incontra con i costoni rocciosi, le suggestive calette ed insenature, la bellezza e la storia dei paesi del territorio, insieme all'abbondanza di prodotti tipici fanno di Sorrento, Vico Equense, Massa Lubrense e delle altre località della costiera sorrentina dei posti unici al mondo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Mappa Penisola Sorrentina

La Penisola Sorrentina è il promontorio che funge da spartiacque tra il Golfo di Napoli ed il Golfo di Salerno, che comincia nel territorio del comune di Castellammare di Stabia ed arriva fino a Positano, da dove inizia invece la Costiera Amalfitana. Amministrativamente la penisola di Sorrento è in provincia di Napoli ed è circondata dai Monti Lattari, che la separano dalla provincia di Salerno. Il punto di divisione tra i due golfi è Punta Campanella. La Comunità montana Monti Lattari – Penisola Sorrentina è l'ente che accorpa i comuni, delle province di Napoli e Salerno, che non affacciano direttamente sul mare.

Spiagge Penisola Sorrentina

Il nostro giro della Penisola Sorrentina parte dalle meravigliose spiagge che ne punteggiano il litorale, spesso dei veri e propri angoli di paradiso immersi nella natura come la Baia di Ieranto, una insenatura rocciosa posta tra Punta Campanella e Punta Penna, proprio di fronte a Capri e ai Faraglioni. È raggiungibile da uno stretto sentiero che parte da Nerano, un tuffo nella vegetazione e nell'incanto di un territorio unico. Poco distante sono il Fiordo di Crapolla, una stretta spaccatura nella roccia che porta ad una spiaggetta in ciottoli, e la Spiaggia di Recommone, contrassegnata da una serie di grotte caratteristiche come quella dei Pescatori. Imperdibile è anche la Cala di Mitigliano, una delle più belle spiagge della costiera sorrentina con ricchi fondali amati dai sub, mentre è d'obbligo una mattinata ai Bagni della Regina Giovanna, nel cuore del Golfo di Sorrento, dove un arco naturale consente l'accesso ad una piccola piscina di acqua di mare cinta da pareti di pietra.

Penisola Sorrentina: Marina di Massa Lubrense.
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Costiera Sorrentina cosa vedere

Ogni scorcio, ogni scenario, ogni borgo attraversato è unico in Penisola Sorrentina. Bellissima è Massa Lubrense, con le sue torri e le tipiche casette rosse, o Sant'Agata sui Due Golfi, posta tra il Golfo di Napoli e il Golfo di Salerno, famosa per la Chiesa di Santa Maria delle Grazie e per l'antico Monastero.

Costiera sorrentina sagre e cultura enogastronomica

Le sagre in Penisola Sorrentina sono molto frequenti: ogni mese se ne celebrano almeno due nelle varie cittadine del territorio. Agerola, nel cuore dei Lattari, è una cittadina famosa per i suoi prodotti gastronomici, a cominciare dai latticini, tra cui il delizioso Fiordilatte ed il Provolone del Monaco. Altre delizie tipiche della zona sono i profumatissimi limoni da cui si ricava il limoncello, il saporitissimo Panuozzo e la pizza a metro di Vico Equense, il tutto da accompagnare con un sorso di rosso frizzante naturale di Gragnano.

Vico Equense cosa vedere

Una delle località più celebri della Penisola Sorrentina è Vico Equense, dal caratteristico borgo medievale. La Cattedrale dell'Annunziata, in stile gotico, è una primizia di rara bellezza, così come i Casali edificati sulle colline circostanti. I vicoli del centro storico raccontano del luminoso passato, mentre alle spalle della città si staglia la figura del Faito, principale cima dei Lattari.

Sorrento

Di sera o di giorno, Sorrento sa conquistare con la sua eleganza ed il suo fascino. Centro principale della Penisola, cantata da scrittori e poeti nel corso dei secoli, ha ospitato artisti, letterati ed uomini d'armi. Tra i suoi monumenti più belli la cattedrale con il campanile in stile bizantino, la chiesa di San Francesco d'Assisi e la Basilica di Sant'Antonino. Immancabile la passeggiata in Corso Italia, la via dello shopping, mentre si attende con ansia la riapertura del Museo archeologico territoriale della penisola sorrentina Georges Vallet, situato nella vicina Piano di Sorrento, attualmente in fase di restauro. Da Sorrento a Positano, inoltre, l'itinerario è straordinariamente panoramico.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi