Solo un giorno a Bologna, il tempo sufficiente per visitare poco ma benissimo la città dotta

Sai cosa vedere a Bologna in un giorno? Leggi la nostra guida e fai tesoro di alcuni consigli per scoprire i monumenti del centro storico, i musei e gli altri luoghi di interesse della città dotta il cui paesaggio urbano è dominato dalla Torre degli Asinelli che è una delle attrazioni imperdibili dell'Emilia Romagna

image
Getty Images

Cosa vedere a Bologna in un giorno? Nulla di più facile: il capoluogo dell'Emilia Romagna riesce a regalare ai suoi visitatori una vasta gamma di musei e monumenti dall'altissimo prestigio artistico in un fazzoletto di terra, facilmente visitabili in un solo giorno. Andiamo a scoprire insieme tutte le opere d'arte che è possibile visitare in un solo giorno a Bologna.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Partiamo dal centro di Bologna. Una sola passeggiata sotto i portici del capoluogo emiliano vi proietterà ben presto nel fascino della Dotta. Il tutto contornato dalle meravigliose torri che rendono la città unica nel suo genere. Un tempo le torri erano più di cento, oggi ne sono rimaste solo 24, ma lo spettacolo che regalano a tutto il circondario resta comunque una delle cartoline più belle di Italia. D'altronde la città di Bologna è stata nominata prima Capitale Europea della cultura e successivamente anche Città della Musica: vi sarà facile comprendere l'enorme carica culturale che questa città sa comunicare ai suoi visitatori già al primo impatto.

Getty Images

Partendo dalla stazione centrale, potrete percorrere la splendida Via dell'Indipendenza, la strada dello shopping di Bologna, che vi porterà fino a Piazza Maggiore, la piazza principale della città, considerata il salotto di Bologna: di giorno e di notte i cittadini sono soliti darsi appuntamento qui, tra la splendida Fontana del Nettuno e i palazzi storici. A proposito di palazzi, cercate con lo sguardo il Palazzo d'Accursio, il Palazzo dei Banchi e il Palazzo del Podestà, vi renderete rapidamente conto della bellezza di Bologna la Dotta.

Visitare Bologna è semplice: una città che raccoglie tutte le sue bellezze in pochi chilometri. Imperdibile, tra le tante cose da vedere a Bologna, la Biblioteca Salaborsa, sita nello splendido Palazzo d'Accursio. Il palazzo, in sé e per sé, regala uno scorcio fantastico, affacciandosi sull'immensa Piazza del Nettuno, ma al suo interno potrete ammirare uno spettacolo senza pari. La biblioteca, infatti, nasconde un pavimento interamente trasparente da cui è possibile ammirare i reperti archeologici che affondano le radici nella storia antichissima di Bologna.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Getty Images

Altra visita imperdibile è la Basilica di San Petronio, una delle chiese più famose e grandi del mondo. Sappiate che è lunga 132 metri, larga 60 metri e alta 51: se arriva ogni giorno gente da tutto il mondo per poter visitare questa splendida architettura, un motivo ci sarà, All'interno della Basilica di San Petronio vi sarà possibile assaporare tutta la grandezza di una città che ha fatto la storia d'Italia, non solo artisticamente.

Il centro storico di Bologna è capace di regalare un numero impressionante di cose da visitare. Da non perdere anche il museo civico archeologico che può vantare collezioni di arte ellenica, etrusca, romana, nonché una delle collezioni di reperti egizi più importanti del mondo: pensate il museo vanta circa 3500 esemplari. Un piccolo salto nel passato, una volta usciti dal museo cercherete con lo sguardo le piramidi prima di ricordare di essere ancora in Emilia Romagna.

Getty Images

Merita una menzione, e ovviamente una visita, anche il Palazzo dell'Archiginnasio, un antico ateneo che può vantare la bellezza di quasi 500 anni di storia. Il palazzo fu costruito da Carlo Borromeo e se è molto interessante all'interno, anche grazie all'istituzione della biblioteca civica dal 1838, diventa semplicemente strepitoso se visto dall'esterno, grazie anche al suo porticato di trenta arcate. All'interno, inoltre, è possibile ammirare il Teatro anatomico dove venivano tenute le lezioni di anatomia. Sempre nel palazzo dell'Archiginnasio sarà possibile ammirare la Sala dello Stabat Mater, una stanza decorata da eccezionali affreschi affissi alle pareti e una libreria da capogiro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi