Madrid: cosa vedere in tre giorni per amare questa città

Scopri cosa vedere a Madrid in soli tre giorni senza perderti i monumenti e le attrazioni turistiche più belle della capitale spagnola, visitando i quartieri più belli e caratteristici che ti faranno innamorare di questa città

image
Getty Images

A Madrid cosa vedere? Molte cose, essendo una delle grandi capitali europee. A Madrid i luoghi di interesse sono molti ma l’efficiente servizio di metropolitana consente di girare adeguatamente la città e ci si può spostare da un posto all’altro per visitare quelli più importanti. Ecco un itinerario.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Madrid, cosa vedere in 3 giorni

Il primo giorno in città si può dedicare alla visita di una delle più spettacolari zone monumentali della città, come la zona del Palazzo Reale e la Cattedrale della Almudena. Dopo aver visitato questa parte, si può intraprendere un percorso che ci porterà alla centralissima Puerta del Sol, che è la piazza principale di Madrid. Consigliabile percorrere Calle Mayor, dove si passa attraverso la Plaza de la Villa e la monumentale Plaza Mayor di Madrid, che è nota per avere sempre un vivace ambiente e artisti di strada. Questa prima giornata può essere completata con la cena in questa zona della città e poi sorseggiare un drink nella zona di Huertas, che è molto frequentata durante tutto l’anno.

Getty Images

Puoi iniziare questo secondo giorno a Madrid con una cioccolata o un caffè con churros. Quindi passare visitare alcuni dei suoi ricchi musei. Con poco tempo si può visitare uno dei 3 principali musei del Triangolo d'arte, che sono: il Museo del Prado, il Museo Thyssen di Madrid e il Museo Reina Sofia. L’ideale sarebbe ovviamente visitarli tutti e tre ma le loro dimensioni difficilmente lo consentono, soprattutto il primo che è tra i principali musei del mondo per il suo catalogo ampio e prezioso.

Dopo questa visita culturale, ci si può rilassare nel Parque del Retiro e godere della tranquillità, l'atmosfera e le sue belle fontane. Inoltre, se lo desideri, puoi goderti il lago e una gita in barca.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Ora il nostro prossimo punto da visitare è la Puerta de Alcalá, uno dei monumenti più famosi in Spagna e simbolo di Madrid. Dopo le immancabili foto che si scattano qui, possiamo continuare il nostro cammino verso la Plaza de Cibeles, famosa per le sue fontane e quattro affascinanti edifici che la circondano. La Calle de Alcalá e la Gran Vía sono i prossimi posti da visitare a Madrid. Tutti rimangono sorpresi dai loro edifici, della loro atmosfera e dai loro negozi. Al termine del Gran Vía, si arriva a Plaza de España, dove ci sono due dei grattacieli più alti in Spagna, che sono stati fatti ai tempi della dittatura di Franco nella metà del XX secolo. Se non è ancora notte, si può andare al Tempio di Debod dove si può godere di un pezzo d'Egitto nella capitale della Spagna. Questo è il punto della città in cui puoi goderti un tramonto davvero magico. Una volta sera si può cenare in un ristorante nella Gran Vía.

Possiamo iniziare il terzo giorno a Madrid visitando la Basilica di San Francisco el Grande. Ne vale davvero la pena perché i dipinti all'interno sono impressionanti. Il quartiere di La Latina è molto vicino ed è un luogo ideale per godersi le tapas. La Colegiata de San Isidro è un'altra visita da fare, prima di tornare a Puerta del Sol per raggiungere il Congresso dei Deputati e la Fontana di Nettuno.

Getty Images

Uno dei musei più visitati della città è al Santiago Bernabeu, dove si può vedere l'enorme sala dei trofei e persino entrare negli spogliatoi e sul campo di gioco della famosissima squadra del Real Madrid. Molto vicino a quella zona nel Paseo de la Castellana, abbiamo tutta l'area Azca con i suoi grattacieli. Se continuiamo su questa strada più a nord, c’è una delle vie più famose di Madrid, dove possiamo vedere le Torri, Puerta de Madrid e i grattacieli più alti in Spagna. Per terminare il viaggio a Madrid non è una cattiva idea visitare la Plaza de Toros. Vale la pena visitarla se c’è una corrida.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Viaggi