Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Coming out day: che cosa si prova a fare coming out?

In occasione del Coming Out Day 2016 il Cassero di Bologna lancia un video con 16 storie per raccontare le emozioni di chi ha fatto coming out e le reazioni di parenti e amici

Si chiamano Francesco, Gloria, Mira, Riccardo, Anita, Irene. Sono i nomi di alcuni dei 16 protagonisti del video realizzato dal Cassero di Bologna, in collaborazione con Arcilesbica Bologna e Komos – Coro gay di Bologna, in occasione del Coming Out Day 2016, giornata internazionale che si celebra l'11 ottobre.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Si tratta di un video che raccoglie testimonianze diverse che raccontano il momento più importante della vita di ogni persona LGBT, il coming out, cioè la dichiarazione pubblica del proprio orientamento sessuale.

Le attiviste e gli attivisti del Cassero (edificio simbolo della lotta italiana per i diritti delle persone LGBT) spiegano che il coming out «è un passaggio chiave della nostra vita in cui compiamo la scelta di vivere a pieno noi stessi e noi stesse, nel rispetto totale della nostra identità, di ciò che veramente sentiamo». Un dichiararsi che va al di là della volontà del singolo perché «non sempre sappiamo come verremo accolti».

Il video del Cassero per il Coming Out 2016

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Attraverso sei domande (Quando e perché hai deciso di fare coming out?, Raccontaci il tuo coming out, Quali sono state le reazioni?, Il più grande aiuto che hai trovato?, È cambiato qualcosa nel rapporto con te stessa/o?, Come ti sei sentita/o dopo?) il video esplora le motivazioni che hanno spinto diverse persone gay e lesbiche a fare il loro coming out (cioè a «uscire dall'armadio», questo significa letteralmente coming out) e il modo in cui questa rivelazione ha cambiato le vite loro e dei loro cari.

Buona visione e, naturalmente, buon Coming Out Day 2016.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Trend