Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Checco Zalone: il suo spot scorretto per la ricerca sulla Sma è geniale

Lo spot di Checco Zalone a favore della ricerca sull'atrofia muscolare spinale è ironico, irriverente e geniale ed è già virale: guardalo subito

Tanto irriverente quanto geniale, Checco Zalone colpisce nel segno. Il suo spot senza pietismi a favore della ricerca contro la Sma - l'atrofia muscolare spinale, tremenda malattia che colpisce circa 1 neonato ogni 10.000 e rappresenta la più comune causa genetica di morte infantile - è diventato subito virale in Rete, con oltre due milioni di visualizzazioni nelle prime 24 ore dopo la pubblicazione sulla pagina Facebook di Zalone.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Irriverente, dicevamo, ma estremamente efficace. Non politically correct, ma capace di centrare l'obiettivo con rara efficacia e forza proprio ribaltando la prospettiva: «Un giorno, grazie alla ricerca, Mirko potrà cercare il posto auto come tutti noi: regaliamogli questo sogno», dice Checco nel finale, quando perde la pazienza perché il bambino, suo vicino di casa ammalato di Sma, oggi usufruisce del posto auto che era di Zalone. «Questo è troppo Mirko, qui parcheggio io», afferma un Checco esaperato, che poi afferra il telefono e dice: «Ora chiamo la ricerca contro la Sma e dono un sacco di soldi».

Lo spot sostiene la campagna di raccolta fondi di Famiglie Sma (famigliesma.org), legata al numero di sms solidale 45599, che si protrae fino a sabato 8 ottobre. Appuntamento anche nelle piazze l'1 e il 2 ottobre quando i volontari proporranno - sempre per la racconta fondi - il gadget solidale la Scatola dei sogni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Trend