Autodifesa femminile contro la violenza, i corsi e gli strumenti utili

Dai corsi di krav maga ai metodi di difesa personale, fino all'app sullo smartphone, all'allarme portatile e allo spray al peperoncino legale: come difendersi dalle aggressioni e auto proteggersi

Contro la violenza sulle donne, come difendersi.
Getty Images

«Non bisogna insegnare alle donne come vestirsi, bisogna insegnare agli uomini a non stuprare», recitava un cartello in una manifestazione contro la violenza sulle donne di qualche anno fa. La violenza sulle donne è un problema a 360 gradi che coinvolge tutti gli strati sociali, in casa (purtroppo, nei casi di violenze domestiche) e anche all'esterno. Anche se il fenomeno viene denunciato a più riprese, come ad esempio avvenne nel 2014 con il famoso video denuncia delle 100 molestie a New York in 10 ore dell'associazione no-profit Hollaback!, c'è qualcosa che possiamo fare per difenderci nel caso in cui ci trovassimo in una brutta situazione? Ecco alcuni consigli pratici, che possono essere davvero utili, ma il consiglio fondamentale è sempre uno: sii prudente.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
App per la sicurezza
Getty Images

Ci sono le app per la sicurezza che si possono installare sul proprio smartphone, e sono davvero tantissime: ad esempio c'è bSafe (gratis su Google Play), per creare una rete di sicurezza sociale personale fatta di amici, familiari e colleghi condividendo la propria localizzazione con gli altri e con molte altre funzioni. Oppure Siamo Sicure (siamosicure.it, gratis su Apple Store e Google Play), che prevede tra le varie funzioni anche la possibilità di effettuare una chiamata di emergenza.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Una powerbank per mettere in fuga gli aggressori

Se hai bisogno di ricaricare il cellulare quando sei fuori casa, una powerbank è indispensabile. Ma Varta ha fatto di più e ha creato Safety, una batteria portatile grande poco più di un rossetto e dotata di una luce stroboscopica e di un allarme di emergenza da 100 db. Questi dispositivi non offensivi possono essere di aiuto per mettere in fuga eventuali malintenzionati (si trova in vendita anche online su amazon.it, prezzo consigliato 21,99 €), fattelo regalare o regalalo!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Spray al peperoncino

Il brand di moda Tatù, nato con la filosofia di aiutare ed essere dalla parte delle donne, ha invece lanciato il primo spray legalizzato al peperoncino: è a base naturale e agisce fino a 3 metri di distanza. L' effetto irritante dura 30 minuti, quindi non è permanente, né nocivo né tossico. Il prodotto viene venduto con indicate le istruzioni di utilizzo, gli ingredienti e corredato da un gadget. Per ogni spray venduto Tatù devolverà 1 € ad associazioni contro la violenza sulle donne (in vendita su tatustore.com a 16,90 €).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Corsi di autodifesa
Getty Images

Sul territorio nazionale vengono costantemente attivati anche numerosi corsi, legati a discipline particolari come il krav maga, un tipo di combattimento di origine israeliana, oppure veri e propri metodo di antiaggressione femminile come Difesa Donna (difesadonna.it), frutto della pluriventennale esperienza nel campo delle arti marziali e della difesa personale del maestro Roberto Bonomelli, fondatore e direttore tecnico dell'Associazione nazionale Akea e della Scuola Bono Academy di Sesto San Giovanni (Milano), o Wilding (wildingdefense.com), inventato da Mario Furlan, creatore dei City Angels e life coach.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Trend