Wedding dog sitter: al tuo matrimonio Elisa si prende cura del tuo cane

Elisa ha inventato Wedding dog sitter, il servizio che si prende cura del cane degli sposi durante le nozze: se ami i 4 zampe puoi farlo anche tu

Dog sitter ai matrimoni wedding dog sitter
Emotional Photographer © Wedding Dog Sitter

Portare il cane al tuo matrimonio? Magari per portare le fedi all'altare, ma anche per partecipare, come tutti gli altri invitati, al tuo giorno più bello? Ci pensa Wedding Dog Sitter, punto di riferimento per gli sposi che hanno il cane e lo considerano un membro della famiglia. E, dunque, un ospite d'onore alle nozze. L'idea è venuta a Elisa Guidarelli, 33 anni, che, nel 2010, organizzando le sue nozze, si è resa conto di quanto fosse difficile trovare qualcuno che si prendesse cura dei suoi due cani nel giorno del matrimonio: in Italia non esisteva nessuno che offrisse un servizio di questo genere.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Elisa, parlaci di te.

Amo gli animali da sempre. Ho iniziato a lavorare con i cani a 16 anni, la mattina andavo al liceo, il pomeriggio lavoravo come toelettatrice e assistente veterinario. Ho avuto un'infanzia fuori dagli schemi perché ho vissuto dai 6 ai 12 anni su una barca a vela in giro per il mondo con la mia famiglia, a strettissimo contatto con la natura.

Emotional Photographer © Wedding Dog Sitter

Come hai creato Wedding Dog Sitter?

È stato semplice: individuata l'esigenza (io stessa non trovavo una figura di questo genere per le mie nozze), ho creato un sito web e dopo pochi mesi sono arrivate le prime richieste e le prime interviste in televisione. Ovviamente il servizio inizialmente era abbastanza "semplice", mentre ora dopo 6 anni è molto strutturato e offre servizi veramente splendidi, come le foto dal punto di vista del cane, che raccontano il matrimonio attraverso i suoi occhi!

Hai speso molto per iniziare?

Il mio investimento per far nascere Wedding Dog Sitter è stato minimo, in quanto ho iniziato semplicemente realizzando il sito web, registrando il marchio e facendo un po' di pubblicità (3/4.000 euro al massimo). Poi mi è esplosa in mano la quantità di richiesta enorme.

Emotional Photographer © Wedding Dog Sitter

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Quale è stato il primo matrimonio in cui ti sei occupata del cane degli sposi? 

Ho iniziato subito fuori casa, perchè il primo matrimonio in assoluto l'ho fatto a Salerno, con una meticciona di nome Pià, che ha indossato per l'occasione un collare di fiori di organza abbinato all'abito da sposa della sua umana!

Quali servizi offri?

Ci sono molti pacchetti con vari servizi, di base c'è sempre la mia presenza da quando la sposa inizia a prepararsi: poi seguiamo la cerimonia e se il cane può entrare in chiesa porta le fedi, andiamo a fare le foto con gli sposi e restiamo fino al termine del ricevimento. Lavoro sempre in coppia con un fotografo specializzato in pet photography che realizza il reportage della giornata dal punto di vista del cane, e su richiesta c'è anche il video. Infine, ogni cliente peloso ha un accessorio fatto su misura e in base ai colori del matrimonio (niente di ridicolo, ho un'etica molto rigida).

Emotional Photographer © Wedding Dog Sitter

C'è molta richiesta di dog sitter nuziali?

Nei primi 5 anni di attività ho fatto più di 150 matrimoni, che per un'attività che non esisteva in Italia è un numero enorme. Attualmente ho molte più richieste di quelle che riesco a soddisfare e per questo Wedding Dog Sitter è diventato anche un franchising. Spero di aprire molte sedi per riuscire a soddisfare le tantissime richieste di preventivi che arrivano. Nel 2015 ho fatto 42 matrimoni e ne ho già 30 confermati per il 2016 e 3 per il 2017. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Che tipi sono gli sposi che chiedono la tua consulenza?

Wedding Dog Sitter ha un'etica molto rigida basata sull'amore per gli animali, il rispetto della loro natura e dignità: quindi il mio cliente-tipo è un grande amante degli animali e li rispetta. È molto difficile che io abbia richieste estreme, di cose strane o altro. I miei sposi sono innamorati del loro cane e lo considerano parte integrante della famiglia.

Emotional Photographer © Wedding Dog Sitter

Come fai "amicizia" con i cani degli sposi?

Riesco ad entrare subito in sintonia con loro. Tra l'altro i cani degli sposi che sono di città lontane dalla mia, li conosco il giorno stesso del matrimonio, quindi in poche ore devo far sì che il cane degli sposi sia felice e sereno con me. Devo dire che è un dono innato, sarà forse l'essere cresciuta in maniera "selvaggia" nella natura incontaminata, è un dono prezioso per me. 

La richiesta più strana che ti hanno fatto?

Mi hanno chiesto di tenere il cane per la durata del viaggio di nozze, e questa richiesta ha acceso una lampadina: così, dopo qualche tempo è nato un altro servizio molto bello che offriamo, i Viaggi di nozze con il cane.

Emotional Photographer © Wedding Dog Sitter

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

È diventato un vero lavoro? 

Certo che si, è il mio lavoro a tempo pieno ormai da alcuni anni.

Hai ricevuto anche richieste da vip? 

Sì, ho lavorato finora a due matrimoni Vip, quello di Leonardo Bonucci, calciatore della Juventus, e lo scorso anno al matrimonio del regista Fausto Brizzi e dell'attrice Claudia Zanella.

Progetti per il futuro?

Cerco di ideare sempre nuovi servizi da offrire agli sposi, e al momento il mio obiettivo principale è quello di far aprire varie filiali con il franchising, così da riuscire ad accontentare tutte le richieste.

Quanto costa aprire un franchising di Wedding Dog Sitter?

L'investimento parte da 8.500 euro e arriva a un massimo di 10.500, con l'esclusiva sull'intera regione: il reddito medio è di 25.000 euro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Speciale sposa