Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Olimpiadi 2016: cosa c'è nella valigia degli atleti in partenza per Rio 2016

Gli atleti del Samsung Galaxy Team Frank Chamizo Marquez, Tania Cagnotto, Clemente Russo ed Erika Fasana partono per le Olimpiadi e ci raccontano cosa mettono in valigia

Le Olimpiadi di Rio 2016 sono ormai alle porte, tutti gli atleti stanno ultimando il loro piano di preparazione e gli allenamenti. Ma prima di partire c'è un'altra sfida che li aspetta: preparare la valigia olimpica

Lasciando sicuramente uno spazio per le medaglie che si spera di vincere, cosa non deve mai mancare nella valigia di un atleta che si prepara ad affrontare le Olimpiadi? Lo abbiamo chiesto ad alcuni membri del Samsung Galaxy Team, la squadra di 7 atleti azzurri pronta a far vivere a 360 gradi l'emozione delle proprie discipline attraverso la campagna Molto più che Olimpiadi. Vivi Rio 2016 a 360°.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Frank Chamizo Marquez: «Nella mia valigia ci saranno sicuramente i pesi!»

Frank Chamizo Marquez, specialista di lotta libera, è una macchina di parole e simpatia: «Uno che fa ginnastica non deve portarsi quello che mi devo portare io sicuramente», ci ha detto, «Devo portarmi i pesi, quelli non possono mancare». E prima di affrontare una gara, c'è qualche portafortuna che deve assolutamente avere con sè? «Ma che portafortuna, andiamo con le forze. Serve la fortuna, ma se non hai le forze dove vai?». Invece, per quanto riguarda la tecnologia, Frank ha un ottimo rapporto con i social: «Sono sempre con il telefonino in mano praticamente, Samsung mi ha dato una buonissima opportunità, quindi ancora più selfie e ancora più social!».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Tania Cagnotto: «Un oggetto immancabile? Sicuramente lo smartphone» 

In valigia mai dimenticare lo smartphone, consiglia Tania Cagnotto, insieme «ad un cuscino per dormire meglio, libri per rilassarmi e alcuni portafortuna». Per quanto riguarda i social invece la tuffatrice si definisce proprio addicted!

Clemente Russo: «La mia sarà una valigia come per tutti gli altri tornei» 

Il campione di pugilato Clemente Russo non farà una valigia speciale per le Olimpiadi: «Sarà una valigia come per tutti gli altri tornei», ci confessa, «Non è che ti porti qualcosa in particolare perché è un'Olimpiade, mi aiuta anche a tenere a bada la tensione. Ci saranno sicuramente i miei guantoni da allenamento, poi dipende, ci sono i periodi in cui ascolto più musica e allora mi porto le cuffie». I portafortuna invece sono legati alla sua famiglia: «Un regalo che mi ha fatto mia moglie e un cuoricino disegnato da mia figlia».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Erika Fasana: «Porto la macchina fotografica per immortalare i ricordi» 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Alla sua prima esperienza olimpica, la ginnasta Erika Fasana è pronta a partire. E racconta che in valigia «sicuramente metterò la macchina fotografica per catturare ogni ricordo». Anche Erika ha un buon rapporto con i social: «Uso Twitter, Instagram, cerco sempre di essere asttiva e di postare il più possibile, per stare in contatto con i miei fan. Ci sono anche molte ragazze, ginnaste, che mi scrivono per avere dei consigli o anche per un sostegno se devono fare una gara». 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito