Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Cosa desiderano gli italiani per il 2017

Che cosa vogliono gli italiani dal nuovo anno? Stare bene, viaggiare, vivere intensamente e dimenticare fallimenti e tormentoni del 2016 come il Fertility Day, Pokemon Go e Donald Trump

Getty Images

Salutato definitivamente il bisesto 2016 è subito tempo di buoni propositi per il nuovo anno, che, alla faccia della solita, tormentata questione remise en forme, per gli italiani interrogati da Groupon si traducono in una sola, fondamentale parola d'ordine: godersi la vita. Che, a sua volta, si concretizza nel desiderio espresso dal 54% degli intervistati di viaggiare, togliersi degli sfizi, soddisfare piccoli e grandi desideri. Per rendere il nuovo anno come un sabato di sole, ma anche per lasciarsi alle spalle ciò che del 2016 si è odiato di più e tenere, invece, ben strette le cose che hanno regalato gioia e serenità. Ma vediamo, nel dettaglio, che cosa gli italiani dimenticherebbero volentieri dell'anno trascorso e che cosa, invece, porterebbero con sé.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 I desideri degli italiani per il 2017
Getty Images

Per quasi il 54% degli intervistati l'obiettivo per il 2017 è godersi la vita, viaggiare e togliersi tutti gli sfizi e i desideri. E non si fatica a capire perché, dopo un anno così travagliato e a tratti drammatico, ora si abbia solo voglia di pensare a ritagliarsi momenti di felicità. Pochini gli italiani che per il 2017 puntano sulla carriera, sono il 13,4%, seguiti di poco da chi vuole mollare tutto e andare a Cuba per vivere di pesca (11,7%). Il vecchio sogno resta intatto, insomma. Ancora meno che al lavoro si pensa a creare una famiglia, desiderio espresso solo dal 6%. Uno scarso 3% pensa a comprare casa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 Le cose da dimenticare del 2016
Getty Images

Nell'imbarazzo della scelta di cose da dimenticare del 2016, sono due le cose che proprio non sono andate giù agli italiani: la prima, con il 22,7% delle preferenze, è il disastroso Fertility day, la campagna del Ministero della Salute Beatrice Lorenzin pensata così così e realizzata anche peggio. A poca distanza, con un nutrito 22,6%, la voglia di dimenticare la caccia ai Pokemon Go, il gioco che ha infiammato, e pure coperto di ridicolo alcuni scioccati soggetti, il mondo per settimane per poi spegnersi velocemente così come è nato. Al terzo posto si piazza l'elezione americana di Donald Trump con un 15,9% di intervistati che evidentemente ci ha dato ragione quando abbiamo elencato presidenti delle serie tv più credibili di The Donald.  L'8,8 %, infine, non vorrebbe risentire la canzone di Rovazzi Andiamo a comandare mentre il 6% dimenticherebbe neologismi come petaloso.  

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 Le cose da tenere del 2016
Getty Images

Se vogliamo un po' scontata, ma stravince con il 54% delle risposte la sfilza di ponti lunghi del 2016, in perfetta linea con la tendenza crescente a voler godersi la vita. Al secondo posto, con il 18,9%,una splendida Bebe Vio, sempre più amata dagli italiani. E come non citare il compagno inesauribile di mille maratone televisive, Netflix, confermato per il nuovo anno da quasi il 18% delle persone. Da riproporre anche nel 2017 l'attesissimo l'Oscar a Leonardo DiCaprio, scelto dal 9,7% delle persone, mentre a pari merito altri due momenti di sport: Luca Dotto con la medaglia al collo agli Europei di Nuoto di Londra per l'8,2% e la vittoria del Leicester City in Premier League per il 7,5%. In coda alla classifica, ma pur sempre citati tra cose migliori dello scorso anno, il Nobel a Bob Dylan, amato dal 4% degli intervistati, la reunion dei Pooh scelta dal 3,8% e, per i gaudenti delle sventure altrui, il divorzio tra Brad Pitt e Angelina Jolie, eletto da un 3% di puri rosiconi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Trend