Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Hai mai pensato di andare a vivere a Tenerife?

Vivere a Tenerife è una scelta sempre più in voga: scopri vantaggi e svantaggi del diventare expat alle Canarie per capire se fare o no il grande salto

vivere-a-tenerife-vantaggi-svantaggi
Getty Images

Molti italiani stanno pensando di andarci in vacanza, alcuni stanno programmando di andarci a vivere, altri già si sono trasferiti.

Il fatto è che le isole Canarie sono una meta ambita non soltanto per chi ama viaggiare, ma anche per chi sta pensando di trasferirsi.

Se pensate di cambiare vita, qui sotto vi offriamo una mini lista dei pro e dei contro del vivere a Tenerife.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Prima un po' di geografia. Tenerife è un'isola situata nell'oceano Atlantico e appartiene alla Comunità autonoma delle Isole Canarie, Spagna. Insieme a La Palma, La Gomera e El Hierro, forma la provincia di Santa Cruz de Tenerife. Con una una popolazione di 908mila abitanti, è l'isola più grande dell'arcipelago e la più popolata della Spagna. Tenerife è anche la più urbanizzata e cosmopolita delle isole Canarie.

E adesso veniamo al dunque.

Getty Images

I pro di andare a vivere a Tenerife

Costo della vita. A Tenerife la vita non costa molto, soprattutto rispetto agli standard italiani e del Nord Europa. Gli affitti sono a buon mercato. Con 300 euro al mese si può prendere un monolocale con tanto di bollette incluse, ovviamente lontano dalle zone turistiche, perché lì i prezzi salgono parecchio. Se siete in coppia e lavorate, vi potrete permettere tranquillamente un'abitazione più grande e valutare anche se comprarla o no con il tempo (si trovano belle case a partire da 60mila euro, sempre fuori dalle zone turistiche). Nei ristoranti si può consumare un pasto completo a 5/10 euro. In media una polizza assicurative per la macchina costa intorno ai 300 euro l'anno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Insomma, il costo della vita a Tenerife è decisamente un pro.

Le tasse. Sono le più basse d'Europa. La Comunità Autonoma delle Canarie, con intelligenza, ha attuato da diversi anni un piano di basso gettito fiscale per rilanciare il territorio e permettere agli investitori stranieri di poter investire con profitto. Non meraviglia che ogni anno sempre più lavoratori autonomi scelgano le Isole Canarie.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il clima. Alle isole Canarie il clima è perfetto per chi non ama né il freddo né il troppo caldo: Tenerife ha un clima mite, si può stare tranquillamente in T-shirt per quasi tutto l'anno e le temperature non sono mai né troppo alte né troppo basse, tra i 28/30° in estate e i 16/22° in inverno.

La sanità. Il sistema sanitario è gratuito e di buona qualità: l'assistenza medica a Tenerife è pubblica e accessibile a tutti. I tempi d'attesa negli ospedali sono contenuti e le strutture sono moderne ed efficienti.

La natura. Spiagge bellissime, mare stupendo, entroterra variegato. Grande vegetazione al Nord, terra secca al Sud, il vulcano Teide e molto altro ancora rendono l'Isola ricca di luoghi da scoprire.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

È vicina. Tenerife è a poco più di due ore d'aereo dall'Italia e questo è un aspetto decisamente importante per chi vive all'estero. Ogni volta che avrete la necessità o la voglia di tornare a casa, potrete rientrare nel giro di poche ore.

I contro

Gli stipendi non sono altissimi. In media con un lavoro full time si guadagna tra gli 800 e i 1.000 euro. Tuttavia c'è da dire che, dato il basso costo della vita, con uno stipendio del genere si arriva tranquillamente alla fine del mese, il che per la maggior parte di noi italiani è solo un miraggio.

Le occasioni di lavoro non abbondano. Le statistiche dicono che a Tenerife non c'è una grandissima offerta di lavoro, quella che c'è è comunque più alta rispetto a quella italiana. Chi già ci vive sa che con un po' di pazienza un impiego si trova.

La lingua. D'accordo che ormai è pieno di italiani e che se vi parlano lentamente potete capire un buon 70/80 per cento, ma non tutti vi useranno la cortesia, quindi sarà il caso che facciate lo sforzo di imparare il castigliano. Non ve la potete cavare semplicemente aggiungendo una esse alla fine delle parole... Con un'ultima avvertenza: alle Canarie non hanno il «ceceo», parlano spagnolo un po' come in America latina (col «seseo»), cioè senza mettere la lingua tra i denti quando pronunciano ce o ci.

Volendo, anche questo è un piccolo pro.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Trend