Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Perché gli atleti olimpici mordono le medaglie?

Mettersi una medaglia in bocca è certo uno strano modo di festeggiare la vittoria, ma il motivo che c'è dietro è molto semplice

Il rito del morso delle medaglie olimpiche
Getty Images

Guardando le foto degli atleti olimpici mentre piangono di gioia sul podio, ho notato una cosa strana: tutti mordono le loro medaglie. In un primo momento ho pensato che fosse una coincidenza, ma dopo aver notato atleti su atleti che si cacciavano in bocca la medaglia non appena appesa al collo, ho avuto il sospetto che ci fosse un motivo dietro questa bizzarra abitudine per festeggiare la vittoria.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Prima di tutto, una constatazione: dal momento che l'oro è più morbido e malleabile di altre metalli, uno dei modi per capire se qualcosa è in oro vero è morderla; se autentica, infatti, i denti lasceranno un piccolo segno. La maggior parte dei medagliati senza dubbio sono presi più dal simbolismo della medaglia che dal materiale in sé; e allora perché vediamo che tutti – dai tuffatori ai judoka – dare un morso alla medaglia sul podio?

Perché piace ai media. «È diventata una vera ossessione per i fotografi», ha spiegato alla Cnn David Wallechinsky, presidente dell'International Society of Olympic Historians. «Chi fa le foto lo vede come uno scatto iconico, qualcosa che probabilmente si vende con più facilità. Non penso che gli atleti lo facciano di loro iniziativa, ma gli viene chiesto». Inoltre, si tratta di un gesto molto più popolare tra i nuotatori. Un po' ci dispiace per i denti di Michael Phelps.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito