Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Orgasmo: le cose da sapere sulla Giornata mondiale dedicata al piacere

Il 31 luglio è la Giornata mondiale dell'orgasmo: ecco perché è nata e i nostri consigli per raggiungere il picco del piacere

orgasmo-giornata-mondiale-cose-da-sapere
Getty Images

Ognuna si organizzi come può - da sola o in compagnia - perché il 31 luglio è la Giornata mondiale dell'orgasmo, il Global orgasm day. Soprattutto quella donna che l'orgasmo neanche sa cos'è (una su cinque, secondo uno studio della Columbia university), e che magari finge in stile Harry ti presento Sally: pensate, nella stessa ricerca si dice che almeno una volta nella vita il 73 per cento delle donne ha finto di raggiungere il picco del piacere proprio come fa Meg Ryan nel film cult. 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il Global Orgasm Day era stato programmato inizialmente il 22 dicembre 2006 - per coincidere con la fine del solstizio d'inverno - dagli attivisti pacifisti Donna Sheehan e Paul Reffell. Lo scopo era quello di invitare le persone in giro per il mondo ad avere un orgasmo in questa giornata pensando alla pace, in modo da sprigionare energia positiva. Nel 2009 Sheehan e Reffell decisero di focalizzare il loro impegno sulla scrittura e cedettero il coordinamento dell'iniziativa ad Ani Sinclair. Oggi le Giornate dedicate all'Orgasmo sono due, al giorno del solstizio d'inverno (l'invito ad avere un orgasmo si estende per tutte le 24 ore, dal 21 al 22 dicembre) si è aggiunto il 31 luglio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Che abbiate voglia di dedicarlo alla pace nel mondo o meno, l'orgasmo è fondamentale nella nostra vita, e le eventuali difficoltà nel raggiungerlo non devono farci rinunciare al piacere. Come dice la sex expert Violeta Benini (che ci ha dato cinque preziosi consigli da seguire se hai difficoltà nel raggiungimento dell'orgasmo), «La sessualità non è mai una gara, ma deve essere qualcosa di piacevole». 

Getty Images

E se ami lo sport, lo sapevi che c'è una connessione tra orgasmo e muscoli allenati? Il coregasm è davvero il segreto più inatteso del piacere, svelato dal manuale di una sessuologaDebby Hebernick (del Kinsey Institute, quello dell'omonimo rapporto che, negli anni '50, ribaltò conoscenze e tabù sul "così fan tutti"), che in The coregasm workout: the revolutionary method for better sex through exercise (lo trovi su Amazon) spiega come lo sport possa diventare un trampolino per raggiungere vette mai sperate col partner o, addirittura, un veicolo per arrivare a "sfiorare l'estasi" già in palestra oppure correndo (se vuoi saperne di più, ne abbiamo parlato qui).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il dildo in oro 24 carati di Lelo, tra i sex toys suggeriti da Gwyneth Paltrow.

Se il fitness collegato al piacere è una novità e il Viagra rosa distribuito in America pare si sia rivelato un flop (pochi risultati e molti effetti collaterali) mai dimenticare i grandi "classici" dal risultato garantito: l'aiuto dei sex toys (che hanno perso quell'aspetto imbarazzante e oggi sono veri oggetti insospettabili o di design, apprezzati pubblicamente persino da Gwyneth Paltrow), la fondamentale ginnastica pelvica (i mitici esercizi di Kegel, che oggi si fanno anche grazie all'aiuto dello smartphone) e la ricerca del punto G, che promette meraviglie. Pronte a fare di ogni giorno la Giornata mondiale dell'orgasmo? Yes, we can!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Trend