Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Le Olimpiadi di Rio 2016 si sono aperte con una cerimonia poco fastosa «ma densa di valori», come ci aveva raccontato Marco Balich, che ne ha firmato la regia. Al Maracanà sono andate in scena tutta la storia e tutte le identità del Brasile, dal mito di Gilberto Gil al glamour di Gisele Bündchen, che ha incantato lo stadio sfilando sulle dolci note de La ragazza di Ipanema

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

A Casa Italia, però, si aspetta soprattutto l'ingresso delle delegazioni sportive per veder sfilare la Nazionale italiana, guidata dalla portabandiera Federica Pellegrini (qui tutti i portabandiera italiani delle ultime 10 Olimpiadi).

Maurizia Cacciatori, inviata speciale scelta da Vodafone per raccontare i Giochi, ha vissuto il momento circondata da altri ambassador dello sport italiano come Fiona May e dell'ex schermidore Gigi Tarantino

Non potevano mancare i pronostici, a partire dal dream team della scherma femminile (qui la nostra intervista a Elisa Di Francisca), e soprattutto i commenti sulle divise della Nazionale azzurra, sempre elegantissima grazie alla firma di Giorgio Armani.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito