Milano Art Week capitolo III: le imperdibili gallerie d'arte

Le gallerie da visitare durante la settimana dedicata all'arte

image
courtesy of Jeremy Deller

La Milano Art Week, dal 9 al 15 aprile, è una rete che comprende centinaia di sedi deputate all'arte sparse per tutta la città: ecco una mini-guida sui più rilevanti musei, gallerie e luoghi storici di Milano che vi sorprenderanno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 BARRY X BALL - THE END OF HISTORY
Courtesy of Barry Ball

Sul colle di Biumo a Varese sorge Villa Panza, la villa settecentesca, gestita dal FAI, famosa per essere una location mozzafiato e per ospitare una vasta collezione di arte americana novecentesca all'interno delle proprie sale. La mostra personale di Barry X Ball consisterà in un percorso dislocato tra il primo piano della Villa e il nuovo spazio delle Rimesse per le Carrozze, con 55 opere dell’artista, dagli anni ’80 a oggi. Metalli, marmi, alabastri, onici e lapislazzuli sono i materiali impiegati per dar vita a ritratti, icone religiose e pale d’altare, riadattando un linguaggio classico in chiave contemporanea. Creando un ponte tra la sede di Varese e la città di Milano, l’artista colloca al Castello Sforzesco un’opera inedita, personale rivisitazione e omaggio alla Pietà Rondanini di Michelangelo.

Dove: FAI Villa Panza, Piazza Litta 1, Varese (VA)

Quando: 12 aprile – 9 dicembre 2018

Info: www.fondoambiente.it/luoghi/vi...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 ​TORBJØRN RØDLAND - THE TOUCH THAT MADE YOU
Courtesy of Torbjoern Roedland

Situato al quinto e al sesto piano della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, Osservatorio è lo spazio espositivo di Fondazione Prada dedicato alla fotografia e alle più recenti sperimentazioni di questo ambito; con un parquet recuperato secondo l’assetto d’epoca e ampie vetrate, costituisce un ambiente luminoso che affaccia sulla cupola della Galleria. I lavori di Rødland, in mostra fino al 20 agosto, riguardano pratiche tradizionali come il ritratto, la natura morta e il paesaggio, i quali codici vengono continuamente sovvertiti per aprirsi a nuove possibilità formali. Creando accostamenti ambigui nei propri scatti, il fotografo norvegese insinua nello spettatore reazioni di attrazione e repulsione, intimità ed estraneità con i soggetti immortalati.

Dove: Fondazione Prada Osservatorio corso Vittorio Emanuele II

Quando: 5 aprile – 20 agosto 2018

Info: www.fondazioneprada.org

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 JEREMY DELLER - SACRILEGE
courtesy of Jeremy Deller

Al limite tra arte pubblica e relazionale, tra celebrazione del patrimonio storico e critica a un turismo di massa “modi e fuggi”: dal 12 al 15 aprile, nel parco di CityLife (l’ultima impresa architettonica e residenziale realizzata a Milano), sarà posto un enorme gonfiabile di 35 metri di diametro, che riprodurrà in scala reale il sito archeologico di Stonehenge. Voluto dalla Fondazione Nicola Trussardi, a cura di Massimiliano Gioni, l’installazione di Jeremy Deller sarà liberamente accessibile per chiunque voglia avere una presa di coscienza su questa tematica attuale, o anche solo giocare e sentirsi come un bambino al Luna Park.

Dove: Parco di CityLife viale Eginardo, 7

Quando: 12-15 aprile (ingresso libero dalle 11.00 alle 20.00)

Info: www.fondazionenicolatrussardi....

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 GUIDO VAN DER WERVE - AUTO SACRAMENTAL
Courtesy of Guido Van Der Werve

Strutturate come atti teatrali, le opere video di Guido Van Der Werve trattano dei limiti del corpo umano e del loro superamento, di condizioni estreme in cui sfidare il principio di morte, dell’esistenza in ogni suo frangente. Ambientate al Polo Nord, al Chess Club di New York o nella propria casa di Berlino, queste pièce celebrano il miracolo del presente, portato all’estremo o vissuto nel quotidiano, accompagnate da una regia sapiente e da colonne sonore spesso composte direttamente dall’artista. FuturDome, la storica sede dei futuristi milanesi, oggi adibita a spazio museale no profit, presenterà in data 9 Aprile Nummer Achttien, The Things that lie behind us. Menuet Funebre: venti elementi dell’Orchestra Filarmonica dei Navigli si esibiranno nel cortile dell’edificio, in continuità con il racconto della mostra.

Dove: FuturDome, via Giovanni Paisiello, 6

Quando: 28 Febbraio – 12 Aprile 2018

Info: www.futurdome.com

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 KIMSOOJA - TO BREATHE/RESPIRARE

Il progetto To Breathe / Respirare di Kimsooja, si inserisce all’interno del complesso museale dei Chiostri di Sant’Eustorgio, tra la Cappella Portinari e le due Cappelle Solariane. Il dialogo che si instaura tra gli interni della chiesa medievale quattrocentesca e l’artista contemporanea di origine coreana verte sull’elemento della luce che, filtrando dalle finestre, viene catturata da speciali pellicole e si riflette su tutto lo spazio sacro, dando vita a effetti diversi a seconda dei momenti del giorno. Questo “terzo cielo”, creato dall’installazione, invita il pubblico all’esperienza della meditazione e della rivelazione.

Dove: Basilica di Sant'Eustorgio, piazza Sant'Eustorgio, 1

Quando: 10 marzo – 15 giugno 2018

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Idee