Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Come proteggersi dal freddo e isolare la casa risparmiando sulle bollette

Combattere il freddo in casa si può: basta isolare le pareti domestiche e adottare qualche stratagemma per evitare dispersione di calore e sprechi di energia

Getty Images

Avere freddo in casa propria è quanto di più fastidioso si possa immaginare dell'inverno. L'associazione mentale, con l'arrivo dei mesi freddi, è la stessa per tutte noi: divano, coperta, tisana calda. Eppure non sempre il tepore delle mura domestiche è scontato: spifferi, termosifoni guasti, esposizione sfavorevole della casa, infissi obsoleti possono rendere freddo anche l'ambiente più accogliente dell'appartamento. Isolare la casa dal freddo diventa quindi un imperativo dei mesi invernali e non solo per una questione di temperature: è un vantaggio per il risparmio energetico, per un consumo intelligente delle risorse e per la salute. Il troppo caldo, infatti, rischia di diffondere gli acari della polvere e di far proliferare i germi che sono la causa dei malanni stagionali.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Un buon isolamento termico della casa è in tema con il decreto legge 102/2014, che entro il 31 dicembre 2016 impone a tutti coloro che abitano in un condominio con riscaldamento centralizzato di installare su ciascun radiatore le valvole termostatiche, che permettono di regolare in maniera autonoma la temperatura delle singole stanze. Un notevole risparmio economico, che può essere incentivato da questo vademecum anti-freddo.

Getty Images

  • Prenditi cura di termosifoni e stufe. I termosifoni vanno regolarmente puliti per due motivi: per evitare che il calore faccia salire nell'aria la polvere e perché una buona manutenzione equivale ad una buona efficienza termica. Se i termosifoni sono fissati su pareti esterne, si può isolare il muro mettendo dietro ai termosifoni degli specifici fogli riflettenti di alluminio. Per le stufe, invece, è sufficiente tenere pulita la canna fumaria.
  • Combatti gli spifferi. Per evitare la dispersione di calore è necessario isolare porte e finestre. Per capire se dai tuoi infissi passano degli spifferi basta avvicinarsi ai lati di porte e finestre con una candela: se la fiamma si spegne o tremola, allora il freddo passa (anche) di lì. Acquista delle guarnizioni, del biadesivo con cui attaccarle al perimetro e dell'alcol per pulire bene la superficie prima di fissarle. L'isolamento sarà quasi totale.
  • Chiudi le porte. Il 15% della dispersione termica è dovuta al passaggio di aria attraverso le porte. Ogni fessura può permettere infatti a pioggia e a infiltrazioni di entrare in casa. Per evitare che questo accada, una soluzione efficace è quella di proteggere le porte con paraspifferi fissi.

    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Altri da Eco