Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Le 10 piante grasse da esterno resistenti al freddo per un balcone sempre verde

Non rinunciare a un balcone o a un giardino green anche d'inverno: ecco le piante grasse da esterni che non temono il gelo

Piante grasse da esterno quali sono
Getty Images

L'inverno è una stagione critica per le piante da esterno. Il freddo pungente, la ridotta esposizione al sole e alla luce sono nemici naturali molto insidiosi con cui fare i conti. E allora, bisogna rassegnarsi a sgombrare il balcone da piante e fiori rinunciando a una delle nostre attività antistress preferite? Non proprio. Esistono diverse varietà di piante grasse da esterno resistenti ed in grado di superare senza troppi problemi i rigori della stagione fredda.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Mentre per il periodo caldo le piante grasse fiorite da esterno la soluzione migliore per un balcone sempre in ordine senza fare troppa fatica. Coltivate molto spesso come piante da giardino perenni in piena terra, in realtà le cactacee e le altre piante succulente si adattano benissimo ai nostri balconi, specialmente se sono esposti a sud est, come piante da esterno in vaso.

Questo perché questi organismi vegetali sono dotati di particolari tessuti, i parenchimi acquiferi, che consentono loro di immagazzinare notevoli quantità di acqua che la pianta stessa poi raziona per i lunghi periodi, e dunque le fanno sopravvivere anche in caso di caldo estremo e siccità.

Ma quali sono invece le piante capaci di sopravvivere al freddo e dunque perfette per l'inverno?

Sedum palmeri

Originario delle montagne del Messico, presente in natura con più di 600 specie e in grado di proliferare addirittura sull'Himalaya, il Sedum è uno dei classici esempi di piante sempreverdi da esterno. Rientra a pieno titolo tra le piante grasse pendenti, visto che spesso la si vede sporgere dai davanzali dei balconi anche per alcuni metri di lunghezza!

La si può posizionare in un vaso oppure direttamente in giardino, se la si dispone garantendo almeno qualche ora giornaliera di esposizione alla luce. In inverno non va neppure innaffiata e a febbraio regalerà bellissimi fiori, dalle notevoli qualità terapeutiche.

Agave

Anch'essa originaria del Messico, è una pianta molto longeva. Tra le sue molteplici specie, la più resistente è l'Americana, le cui foglie a forma di rosetta assumono un colorito verde o bianco e in vaso non superano i 2-3 metri di altezza. Non è necessario innaffiarla, è una delle piante da esterno che hanno bisogno di poca acqua.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Semprevivo Maggiore

Pianta decorativa da esterno molto resistente, è utilizzata – è il caso del Sempervivum tectorum – con successo in edilizia a causa delle sue incredibili capacità isolanti ed impermeabili. In inverno le foglie sono di colore verde, in autunno di un rosso molto intenso. I fiori, invece, possono assumere nuance dal rosa al lilla. Predilige luoghi soleggiati e terreni ben drenati, ma in giardino può crescere anche su pietre e rocce.

Echeveria

Tra le più celebri ed amate piante ornamentali da esterno, deve il suo nome al pittore messicano Atanasio Echeverria, che l'amava particolarmente. Può assumere colori diversi, dal verde al grigio. Nella stagione calda dà vita a lunghi fiori. Ama il sole, ma solo d'inverno. Se la temperatura è troppo rigida, va protetta con un telo traspirante.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Rebutia Minuscula

Originaria del Sudamerica, dall'aspetto simile alle piante bonsai da esterno, ha forma tondeggiante e non raggiunge grandi altezze. I fiori di colore arancio, rosso o giallo la rendono ottima come pianta da balcone, ma in caso di clima troppo rigido va ben protetta.

Cactus

Presente anche in Italia con numerose specie di piante verdi da esterno, ha nel Trichocereus pasacana la varietà più adatta a sopravvivere alla stagione fredda: può infatti proliferare anche a temperature che raggiungono i 10 gradi sotto zero.

Questa pianta dal fusto carnoso ha bisogno di molta luce e di un terreno ben drenato ma ha un grande pregio: è tra le piante grasse con fiori più belli (ma che, purtroppo, durano un giorno solo!).

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Mammillaria zeilmanniana

Pianta cactacea ma dalle caratteristiche ben definite e particolari, tende a svilupparsi in larghezza e può superare i 5 cm di diametro. Presenta delle spine nere e bianche, per cui va maneggiata con grande cura. Come molte altre piante succulente ha bisogno di un terreno calcareo, ma ricco di sostanze nutritive e d'estate dà vita a bei fiori di colore rosa.

Aloe

Non può mancare tra le piante robuste da esterno. Va posizionata in luoghi luminosi, ma non ama molto il sole, al pari di acquazzoni e gelo. Dall'aloe vera si ricava una sostanza gelatinosa rinfrescante e dalle proprietà antinfiammatorie e idratanti.

La aloe è una pianta simile all'agave, ma non va confusa con essa. La principale differenza è che l'aole può fiorire più volte lo stesso anno, mentre l'agave impiega molti anni prima di fiorire e, dopo la fioritura, muore.

Jovibarba

Molto simile al Semprevivo Maggiore, è tra le piante esotiche da esterno più resistenti. Si adatta praticamente a tutti i climi e a tutte le situazioni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Eco