Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Solstizio d'inverno: 10 curiosità da sapere

Sulla giornata più corta dell'anno c'è molto da scoprire: un esempio? Viene festeggiata in diversi Paesi

Solstizio d'inverno a Stonehenge
Getty Images

È il giorno più corto dell'anno, quello con meno luce di tutti. Durante il Solstizio d'Inverno, infatti, il sole brilla per appena 8 ore e 55 minuti, prima di lasciar posto al buio della notte. È il giorno che sancisce l'inizio dell'inverno astronomico, a differenza del Solstizio di Estate che è invece il giorno più lungo dell'anno e che prelude all'inizio della bella stagione. Tante sono le curiosità legate al solstizio invernale. A cominciare da quella più paradossale: lo sai che il solstizio non si verifica sempre il 21 dicembre?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Solstizio d'inverno a Luxor, Egitto.
Getty Images

Solstizio d'inverno curiosità

Se l'argomento t'intriga, mettiti comoda. Ecco per te 10 cose da sapere sul solstizio d'inverno: credenze, rituali, tradizioni e mitologia.

1. Quando avviene il Solstizio d'Inverno? - Il 21 dicembre, ma non sempre. Nel 2015, ad esempio, è caduto il 22. Tutta colpa della discrepanza tra il calendario gregoriano (365 giorni tondi tondi) e quello siderale, pari a 365 giorni, 6 ore, 9 minuti e 10 secondi. Una discrepanza che, ogni 4 anni, ci porta ad aggiungere un giorno a febbraio. E che qualche volta fa cambiare la data a solstizi ed equinozi.

2. Solstizio d'Inverno e antica Roma – Dal 17 al 23 dicembre, quindi a cavallo del Solstizio d'Inverno, nell'antica Roma si celebravano i Saturnali, delle feste pagane in onore di Saturno, dio dell'agricoltura, in cui le distinzioni sociali erano abolite e gli schiavi, per gioco, prendevano il posto dei propri padroni. Durante i festeggiamenti, inoltre, si era soliti regalare ad amici e parenti oggetti, libri, giochi, animali ed altri pensierini. Proprio come nel moderno Natale.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

3. Sol invictus – Il Solstizio d'Inverno presso gli antichi romani, inoltre, era legato ad un'altra festa molto particolare, simboleggiante la rinascita del Sole. Durante le celebrazioni del «Sol invictus» si inneggiava al ritrovato splendore del Sole, capace di tornare luminoso e invincibile dopo essere precipitato momentaneamente nell'oscurità.

4. Ore di luce nel Solstizio d'Inverno – Con meno di 9 ore di luce, il Solstizio d'Inverno è indiscutibilmente il giorno più corto dell'anno. In compenso, dopo il Solstizio d'Inverno le giornate si allungano, fino ad arrivare al massimo del 21 giugno, in cui si registrano oltre 15 ore di luce.

5. Solstizio d'Inverno e distanza dal Sole – Contrariamente a quanto si possa credere, nei giorni del Solstizio d'Inverno la distanza tra Terra e Sole si accorcia, fino ad arrivare a 147 milioni di km 13 giorni dopo il Solstizio stesso. Durante il Solstizio d'Inverno, in compenso, il sole tocca il punto più basso all'orizzonte.

Solstizio d'inverno a Fairbanks, Alaska (Usa).
Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

6. Solstizio d'Inverno festa celtica – Anche gli antichi Celti e gli stessi popoli germanici vedevano nel solstizio invernale un momento di rinascita e di progressivo ritorno alla luce. Il Solstizio d'Inverno coincideva dunque con la festa di Yule, in cui si macellavano gli animali e si banchettava insieme gustando le ultime riserve di carne disponibili. Le celebrazioni avvenivano sotto un albero di pino, antesignano dell'attuale albero di Natale.

7. Solstizio d'Inverno a Stonehenge – Chi ha edificato il sito di Stonehenge ha preso come modello di riferimento l'allineamento delle stelle nel Solstizio d'Inverno. I giganteschi monoliti, infatti, sono disposti in un modo che consente di godere al massimo del tramonto in questo giorno così carico di significato per gli antichi.

8. Solstizio d'Inverno e freddo – Nonostante le poche ore di luce, il 21 (o il 22) dicembre non è il giorno più freddo dell'anno. Statisticamente, infatti, i mesi in cui si registrano le temperature più rigide nell'emisfero boreale restano quelli di gennaio e febbraio.

9. Solstizio d'Inverno cinese - Per la tradizione cinese il giorno del Solstizio d'Inverno è quello in cui si raggiunge la massima profondità delle energie Yin ed in cui inizia la loro progressiva trasformazione nel loro opposto, le energie Yang. Nei secoli passati la festa era celebrata ufficialmente in tutto il Paese, anche commemorando gli antenati scomparsi.

10. Solstizio d'Inverno e scienza – Per una curiosa coincidenza, il giorno del 21 dicembre è legato a due eventi epocali per la scienza. Nel 1898, in questo giorno, Marie e Pierre Curie scoprirono il radio, mentre 70 anni dopo, nel 1968, fu lanciato l'Apollo 8, la prima missione lunare con equipaggio umano.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Eco