Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

I cibi odiati e amati dalla Regina Elisabetta

La sovrana d'Inghilterra è esigente anche a tavola: ecco cosa non deve mancare e cosa deve sparire dalle cucine reali

La Regina Elisabetta sa che cosa le piace. Indossa una sola tonalità di smalto, porta sempre la stessa borsa, e notoriamente adora una particolare razza di cane (il corgi, ovviamente). Quindi non è una sorpresa scoprire che è anche pignola quando si tratta del menù reale.

La sovrana britannica dal regno più lungo odia un elemento base della cucina, che purtroppo è quello che rende migliore il sapore in generale. "A Buckingham Palace non si può cucinare con l'aglio", ha detto l'ex cuoco di palazzo John Higgins al National Post. "Suppongo nel caso in cui si abbia il ruttino reale".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Higgins afferma che si può dire quando una ricetta reale è autentica perché non potrà mai includere questo odoroso ingrediente. Altre assenze dal menù? Riso, patate e pasta non sono mai serviti a cena quando la regina cena da sola. La regola dei pochi carboidrati fa parte della "rigida" alimentazione della regina, ha spiegato al Telegraph il suo ex chef personale Darren McGrady. E quando si concede un panino, le croste del pane vengono sempre tagliate via.

Non preoccupatevi - la regina Elisabetta si concede ancora qualche golosità. Lei ama tantissimo il cioccolato, soprattutto la chocolate biscuit cake (il nostro salame al cioccolato ndr.), la mousse al cioccolato e il pan di Spagna con ganache di cioccolato. Tra le altre preferenze c'è la frutta fresca come mango, fragole, pesche, in particolare quelle coltivate al Castello di Windsor. La regina poi non è nemmeno astemia - il solito bicchierino reale prima di andare a letto è a base di gin e Dubonnet. Quindi, cin cin!

[h/t Mental Floss]

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Cucina