Capodanno in città? A Bologna le idee migliori per festeggiare alla grande

Rigorosamente in piazza con il rogo del Vecchione per poi fare tardissimo nelle vie del centro storico

Passare il Capodanno a Bologna la grassa - così è soprannominata la città emiliana - è la scelta giusta per chi ama mangiare e trattarsi bene, per chi vuole salutare l'anno con una passeggiata in una piazza animata, dopo una buona cena o uno spettacolo brillante. E proseguire la nottata ballando qua e là.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Per il cenone, che vi piacciano i tortellini in brodo e il bollito o un menu più fusion, non c'è che l'imbarazzo della scelta. La Corte Isolani, un passaggio coperto che unisce due delle principali arterie bolognesi, strada Maggiore e via Santo Stefano, è il luogo dove iniziare la serata con l'apericena di Capodanno del Caffè della Corte, un aperitivo formato cenone per chi non ama stare troppo a tavola o vuole avere il tempo di andare a teatro o a un concerto. Un cenone più tradizionale, sempre a Corte Isolani, si può prenotare al ristorante La Capriata. Dopo mezzanotte i cortili di questi locali, ricavati dal recupero di un intero isolato di epoca medievale, si trasformano in una grande sala dove fare tardi.

Chi preferisce stare lontano dalla pazza folla, deve dirigersi verso la collina bolognese, per esempio al Fienile Fluò che per Capodanno propone una cena con spettacoli di fuochi di artificio (si può anche pernottare). Oppure scegliere il ristorante dell'hotel Majestic, I Carracci, per una cena esclusiva ed elegante.

Il fienile Fluo, sulla collina bolognese

I bolognesi non rinunciano all'appuntamento in piazza Maggiore con il rogo del Vecchione, il tradizionale rito scaramantico in cui a mezzanotte si dà fuoco ad un fantoccio che rappresenta l'anno vecchio per disfarsi dei brutti ricordi e sperare in un anno migliore.

Il rogo del vecchione in piazza Maggiore a Bologna

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Chi ama la musica e passa il Capodanno a Bologna non può mancare al concertone di fine anno organizzato all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno, con tantissimi nomi della musica italiana: Francesco Gabbani, Benj & Fede, Enrico Ruggeri, Alex Britti, solo per citarne alcuni.

In centro può trovare buona musica jazz all'enoteca e osteria Bentivoglio, da 30 anni il jazz club di riferimento di Bologna.

Per il giorno di Capodanno a Bologna si può fare il brunch in una delle osterie del centro, come Il Rovescio, che offre cucina naturale e bio del territorio, per finire a visitare due delle mostre d'arte più interessanti di questa stagione: Revolutija. Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky. Capolavori dal Museo di Stato Russo, San Pietroburgo (al MamBo, Museo di arte moderna) e I rivoluzionari del Novecento. Duchamp, Magritte, Dalì (a Palazzo Albergati).

Foto di Thaddaeus Lim su Unsplash

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Capodanno