Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Sexting, che cos'è e come funziona il sesso che si fa con lo smartphone

Il sexting, ovvero mandare messaggi e immagini piccanti a compagni (e amanti), è sempre più diffuso: può essere molto eccitante, ma è bene sapere quali rischi si corrono

Privacy a rischio con il sexting.
Getty Images

Fare sexting piace. Anche se magari non lo si ammette pubblicamente, temendo il giudizio altrui, mandare messaggi spinti o foto piccanti con lo smartphone al proprio partner o al proprio amante è una consuetudine molto diffusa, tanto che il sexting viene praticato da moltissime persone, tra cui una donna infedele su due, come sostiene il portale dedicato a chi cerca un'avventura al di fuori della coppia Incontri-ExtraConiugali.com.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

«Ai tempi degli sms erano solo parole. Ma oggi con gli smartphone e con gli altri dispositivi multimediali entrano in gioco anche le immagini», commenta il fondatore del sito Alex Fantini, «così il sexting diventa anche un selfie e si consolida come nuovo fenomeno oggi molto in voga soprattutto tra chi è propenso a tradire il partner».

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Foto hot per mantenere viva la passione

I dati sono emersi da un sondaggio condotto su un campione di mille donne e mille uomini iscritti al sito di età compresa tra i 28 e i 55 anni. Si avvicinano le festività, ma secondo gli intervistati il Natale non basta per recuperare l'amore perduto: solo il 35% sostiene infatti di sentire con l'avvicinarsi del periodo natalizio una maggiore vicinanza al partner e il 72% ha dichiarato che durante il periodo festivo trascorrerà più tempo in famiglia, ma continuerà a rimanere in contatto a distanza con l'amante, facendo chiamate telefoniche o inviando messaggi. Per mantenere viva la fiamma della passione il 34% del campione (il 52% delle donne e il 16% degli uomini) ha spiegato che in questo periodo invierà fotografie piccanti all'amante.

Getty Images

Le app preferite per il sexting? Quelle che non lasciano tracce

Tra le applicazioni più usate per il sexting ci sono Snapchat e app simili (oggi anche Instagram), che devono il loro successo proprio al fatto che i messaggi scompaiono dopo essere stati letti.

Continua Fantini: «Chi tradisce il proprio partner sa bene che lasciare tracce online è un rischio e cerca di non farlo. Ma spesso queste applicazioni che promettono l'anonimato non sono in grado di assicurarlo, perché per appropriarsi di una foto basta fare uno screenshot».

Attenzione alla privacy se fai sexting

Nel sexting quindi bisogna prestare molta attenzione a chi si inviano le immagini, in tutti i sensi: non soltanto è sempre bene controllare il destinatario prima di inviare un messaggio o una fotografia piccante, per evitare di mandare il contenuto alla persona sbagliata, ma bisogna anche capire il più possibile con che tipo di persona si ha a che fare, per non rischiare che le immagini o i messaggi finiscano in rete.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Sesso