Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Le cose che nessuno ti ha mai detto che ti faranno riconsiderare il sesso anale

Ecco perché dovresti leggere il libro della sex expert Tristan Taormino, Guida al piacere anale per lei, pieno di consigli che cancellano il tabù

sesso-anale-consigli-libro-tristan-taormino
Getty Images

Il sesso anale è forse uno degli ultimi argomenti legati alla sessualità dove resistono pregiudizi, paure e tabù: dopo lo sdoganamento di tutto l'armamentario bondage della saga delle 50 sfumature (da cui è stato da poco tratto il secondo film della trilogia, 50 sfumature di nero) ci ha pensato la sex expert Tristan Taormino (tristantaormino.com) vera guru del settore ed esperta di temi hot, a fare chiarezza sul tema con il libro Guida al piacere anale per lei (Odoya), tradotto in Italia da Valentine aka Fluida Wolf.

Un libro coraggioso, completo e divertente per scoprire tutto, ma proprio tutto quel che vorresti sapere sul sesso anale... e non hai mai osato chiedere, con tanto di capitoli sull'anatomia, sull'aspetto psicologico insieme a spiegazioni dettagliatissime. Abbiamo provato a racchiuderlo in 10 pillole.

1. Il sesso anale è sbagliato e immorale?

Nel libro c'è un intero capitolo, proprio all'inizio, in cui l'autrice smonta tutti i falsi miti sul sesso anale tra cui quelli legati al costume, alla percezione della società nei confronti di questa pratica, e ai retaggi culturali. Ma come dice anche Taormino, «le norme sessuali sono in continuo cambiamento», per cui «il tabù di oggi è la norma di domani».

2. Il sesso anale fa male?

Il sesso anale non è doloroso, e se fa male è perché lo si sta facendo nel modo sbagliato. Non ci vuole fretta, bisogna prendersi il giusto tempo per rilassarsi e lasciarsi andare (soprattutto prima della penetrazione vera e propria) e soprattutto è necessario usare molto lubrificante intimo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

3. Il sesso anale provoca danni fisici?

Anche se praticata frequentemente la penetrazione anale non compromette la funzionalità dell'ano. Bisogna però prestare attenzione alle malattie sessualmente trasmissibili - in primis l'Hiv - che quelle sì provocano danni: durante il sesso anale infatti si possono creare delle piccole lacerazioni che facilitano possibili contagi. È sempre meglio usare il preservativo per la penetrazione anale.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

4. Quanto è importante l'igiene quando si pratica sesso anale?

L'igiene nel sesso anale è fondamentale: non è necessario fare un clistere, basta andare in bagno e fare una semplice doccia o un bidè. Attenzione anche alle unghie delle mani, che devono essere ben pulite per qualsiasi tipo di stimolazione. Regola importantissima: per evitare fastidiose infezioni, mai passare dalla penetrazione anale a quella vaginale (valido anche con l'uso di sex toys).

5. Qual è il ruolo del lubrificante nella penetrazione anale?

Sul lubrificante, vero e proprio elemento necessario per questo tipo di penetrazione, c'è un vero e proprio capitolo dedicato. L'ideale è utilizzare quelli a base d'acqua, e deve essere applicato il più spesso possibile dato che si tratta di una zona che, a differenza della vagina, non ha una sua propria lubrificazione. Da evitare categoricamente i rimedi casalinghi fai da te con sostanze non pensate per essere usate a livello sessuale, come olio d'oliva, olio per bambini o vaselina e i lubrificanti anestetizzanti perché non permettono di mantenere il contatto con le proprie sensazioni.

6. Quali sono i sex toys migliori?

Ci sono in commercio diversi sex toys studiati apposta per questo tipo di penetrazione, ovvero plug, dildi, palline e strap-on (per praticare il sesso anale sul partner). I sex toys possono essere anche vibranti, e vengono realizzati in materiali diversi come gomma, plastica, vinile o silicone. Non ce n'è uno migliore, tutto dipende dal gusto personale.

7. Come stimolare l'ano?

La stimolazione dell'ano , che è una zona molto ricca di terminazione nervose, si può praticare sia con la masturbazione, che permette di conoscere le reazioni del proprio corpo procedendo per gradi, che con l'anilingus (ovvero la stimolazione con la bocca e la lingua).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

8. Quali sono le posizioni migliori per il sesso anale?

L'autrice del libro è molto chiara su questo punto: «quella che funziona meglio per entrambi», che sia quella del missionario, quella a smorzacandela anche al contrario, a quattrozampe o a cucchiaio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

9. Il ruolo del partner nel sesso anale

La comunicazione nella coppia per ogni aspetto della vita sessuale è fondamentale: bisogna parlare dei propri desideri ma anche delle proprie paure. E soprattutto: ogni cosa è bella se fatta insieme, perché lo si vuole entrambi.

10. Qualche psico consiglio utile se hai deciso di fare sesso anale

Dimentica quello che succede nei film porno: bisogna prendere il giusto tempo per rilassarsi e per prepararsi. Come spiega Taormino «dovrebbe essere un processo lento e graduale. La pazienza è cruciale», ed è meglio evitarlo se si è stressati o ansiosi. Bisogna scegliere la posizione più comoda, ma soprattutto bisogna parlare e ascoltarsi affinché il tutto sia un'esperienza piacevole, eccitante e appagante. Bisogna fare tutto con estrema lentezza, ascoltando sempre il corpo del partner.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Sesso