"Ho tradito il mio ragazzo con una donna e non mi sento in colpa per questo. Ma per altro"

"Mi sono innamorata di una ragazza e ho cominciato a mentirgli perché era una cosa solo mia di cui ero gelosa, però ora mi sento in colpa": non ti senti in colpa, sei in colpa, e non perché lo hai tradito con una donna, ma perché lo hai tradito

image
Edwin Andrade / Unsplash

Lettori e lettrici di Gioia! mi scrivono per un consiglio sentimentale. Ecco la lettera di una ragazza che ha provato per la prima volta un amore lesbico, tradendo il suo compagno senza dirglielo. Sotto, la mia risposta.

"Il nostro amore è stato un fulmine. Ho perso la testa per lui e lui per me, viveva con una ragazza, quella notte non è tornato da lei, e la mattina l'ha lasciata. Viviamo insieme da 6 anni, non ci siamo mai sposati, dicevamo spavaldi che l'unico contratto valido era il nostro amore. A me non era mai capitata la confidenza assoluta. Quando eravamo separati, quasi vivevamo per raccontarcelo. Poi (per la prima volta) mi sono innamorata di una ragazza e non gliel'ho detto. Ho cominciato a mentire. Era una cosa solo mia, ne ero gelosa, parlarne con lui mi avrebbe sciupato tutto. Io e lei siamo state amanti per qualche mese. Ma finita la fiammata, ci siamo lasciate, e mi sono sentita schifosa con lui per averlo tradito con una donna. Anche perché gli amici sapevano, e quando uno di loro lo ha chiamato 'il cornuto' io sono stata zitta. Vorrei ridargli tutto quello che gli ho tolto. Mi sento in colpa". (Acquamarina)

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Kristopher Roller on Unsplash

Non ti senti in colpa, sei in colpa. Non perché lo hai tradito con una donna, ma perché lo hai tradito. Andare con una donna è un'esperienza utile, si capiscono tante cose, degli uomini e delle donne. È una curiosità segreta che molte hanno e reprimono, con qualche danno collaterale. Il male è che lo hai fatto alla faccia dell'ignaro compagno. La sincerità fra voi era un patto sacro, e lo hai violato. Facile esser sinceri quando va tutto bene, ma appena hai provato un'altra emozione lo hai chiuso subito fuori, lo hai trattato come un estraneo da gabbare. Gli hai rifilato balle per mesi, su dove andavi, su cosa pensavi, su chi desideravi. Hai lasciato che lo chiamassero cornuto. Se lo amavi, come hai fatto a tacergli di questo terremoto? Vivere da sconosciuti - che cimitero - parlagli, subito! Magari omettendo la parte in cui lo sbertucciavi con gli amici. Se vuoi stare con lui devi starci tutta intera, se no è meglio finirla. Ti ho tradito - amami. Forse ti lascerà. O si innamorerà il doppio.

Scrivete a Barbara Alberti all'indirizzo maleducazione.sentimentale@hearst.it

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Sesso