I semi di girasole solo la salvezza: proprietà, benefici e valori nutrizionali

Per la salute del cuore, contro disturbi della menopausa e colesterolo cattivo: tutte le virtù dei semi di girasole

image
Cala / Unsplash

Mangiare semi di girasole tutti i giorni è un'ottima abitudine che ti offre non solo dei benefici per la tua salute ma anche per la tua bellezza. Questo grazie ai preziosi nutrienti contenuti in questi semi oleosi che non dovrebbero mai mancare sulla tua tavola. Il motivo? Più di uno:

Semi di girasole proprietà e valori nutrizionali

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

I semi di girasole contengono una serie di sostanze benefiche per il nostro organismo, tra cui vitamine, acidi grassi (omega 3 e omega 6), sali minerali come selenio, ferro, zinco, fosforo, potassio e magnesio, acido folico (vitamina B9) e acido linoleico.

Tra i benefici dei semi di girasole c'è una valida azione contro il mal di testa in ogni sua forma, grazie alla presenza di vitamina E, acidi grassi e magnesio, e la riduzione dei livelli di colesterolo cattivo, il cosiddetto LDL, per il benessere di cuore e arterie. Grazie alla presenza di fitoestrogeni i semi di girasole servono anche a contrastare i disturbi legati alla menopausa mentre i già citati acidi grassisono utili per abbassare l'indice glicemico. Sotto forma di olio invece i semi di girasole fanno bene alla tua bellezza: puoi usarlo come olio vettore per diluire gli oli essenziali, per effettuare dei massaggi rilassanti e per nutrire la pelle del viso perché la vitamina E ha un effetto antiossidante e contrasta l'invecchiamento cellulare. Per un'azione antinfiammatoria in caso di gengive arrossate puoi usare l'olio di semi di girasole persino per fare degli sciacqui.

Semi di girasole calorie e controindicazioni

Come molti altri semi oleosi i semi di girasole sono molto calorici (100 gr apportano circa 880 calorie) e non bisogna mangiarne troppi specialmente se si sta seguendo una dieta ipocalorica, la quantità raccomandata è 10 gr al giorno. Inoltre, essendo noti per il loro effetto lassativo, ti consigliamo di assumerli con moderazione, e di evitarli del tutto se soffri di diverticoli.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Semi di girasole, si possono mangiare in gravidanza?

Per quanto riguarda invece i semi di girasole in gravidanza sappi che durante questo particolare, e lungo, periodo della vita è importante assumere costantemente i nutrienti fondamentali per lo sviluppo del bambino, tra cui vitamine, sali minerali e acidi grassi, per cui i semi di girasole e tutti gli altri semi oleosi (come mandorle, noci e semi di zucca) costituiscono un vero e proprio super-cibo e si possono consumare tranquillamente, a patto di rispettare la quantità giornaliera consigliata.

Semi di girasole come mangiarli

I semi di girasole sono buonissimi mangiati da soli: si possono unire al muesli ogni mattina oppure puoi metterli nell'insalata per donarle un tocco croccante. Ma puoi anche preparare facilmente in casa una pagnotta ricca di proprietà e virtù, ecco la ricetta:

  • 500 gr di farina 00 (oppure 400 gr di farina di grano tenero e 100 gr di farina integrale)
  • mezzo cubetto di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio di sale fino
  • 3 cucchiai di semi di girasole
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • acqua q.b.

    Unisci alla farina 2 cucchiai di semi e disponi il tutto a fontana su una spianatoia di legno. Stempera in un bicchiere di acqua tiepida il lievito insieme allo zucchero e versalo sulla farina iniziando a impastare. Aggiungi il sale, altra acqua e continua a lavorare la pasta, stando attenta a infarinare il piano di lavoro per non farla attaccare, fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico.

    Forma una palla e mettila in una ciotola unta d'olio, coprendola con un canovaccio pulito. Riponila in un luogo tiepido a lievitare finché il volume non sarà raddoppiato (comunque lascia riposare il tutto almeno per un paio d'ore). Trascorso questo tempo versa la pasta sulla spianatoia, lavorala ancora un po' e trasferiscila su una teglia ricoperta di carta da forno. Forma una pagnotta, su cui effettuerai alcune incisioni e spargerai poco prima di infornare (a 200 gradi per circa 30-40 minuti, dipende dall'intensità del tuo forno) un altro cucchiaio di semi di girasole, dopo aver spennellato la superficie del pane con acqua fredda. Per far sì che si formi una bella crosta croccante non dimenticare poi di mettere nel forno un pentolino pieno d'acqua.

    Pubblicità - Continua a leggere di seguito
    Altri da Salute