Quando gira tutto intorno alla stanza: giramenti di testa, cause e i migliori rimedi naturali

Cosa fare se soffri di capogiri improvvisi dovuti a pressione bassa, stanchezza, gravidanza o cervicale, e come prevenirli

image
Bryan Apen / Unsplash

I giramenti di testa capitano quando meno te lo aspetti, ma puoi stare tranquilla: il più delle volte si tratta di un fenomeno passeggero e occasionale. Il capogiro però è un evento che può essere dovuto a numerosi fattori, e una volta individuata la causa esatta si può riuscire a tornare in fretta alla normalità.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Giramenti di testa cause possibili

Non esiste un'unica causa per i giramenti di testa: se ti capita un giramento di testa improvviso quanto ti alzi dal letto al mattino, magari troppo in fretta, sappi che è un fattore fisiologico legato al repentino cambio di posizione. Un ruolo molto cruciale nei giramenti di testa lo ricoprono anche gli sbalzi di temperatura (in caso di giramenti di testa da caldo ad esempio) e la pressione. Tipici sono infatti i giramenti di testa da pressione bassa e quelli da pressione alta, che si possono accompagnare anche ad altri sintomi come nausea, debolezza e tachicardia. Ci sono poi i giramenti di testa legati alla salute dell'orecchio, quelli notturni, e i giramenti di testa da cervicale, che possono provocare veri e propri sbandamenti e vertigini, ma i giramenti di testa improvvisi possono essere presenti anche in gravidanza o prima del ciclo per colpa degli sbalzi ormonali. In questa lunga carrellata ovviamente non possono mancare i giramenti di testa che arrivano dopo mangiato, che sono legati a problemi di stomaco, e i giramenti di testa da ansia. Quindi: visto che i capogiri hanno le cause più disparate non esiste un unico rimedio, per farli passare bisognerà valutare caso per caso e agire di conseguenza.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Giramenti di testa rimedi naturali

Nel momento in cui hai appurato che il tuo giramento di testa è stato causato dalla disidratazione o da un semplice calo di zuccheri puoi compiere un'azione molto semplice e pratica: bere un bicchiere di acqua zuccherata. Conseguentemente per evitare i capogiri come buona norma devi ricordarti di mangiare in modo corretto e regolare, di assumere sempre liquidi a sufficienza durante tutto l'arco della giornata (anche sotto forma di tè, tisane oppure succhi di frutta se non sei abituata a bere l'acqua), e tieni sempre a portata di mano in borsa una caramella ricoperta di zucchero o anche solo una bustina di zucchero da bar. Nel caso in cui i giramenti di testa siano legati al mal di stomaco affidati allo zenzero, utile per infusi e da mangiare fresco, mentre se soffri di pressione bassa puoi contare sui benefici di piante come la liquirizia, che alza la pressione, la Ginkgo biloba, un vasodilatatore naturale che svolge anche un'azione di fluidificazione del sangue migliorando l'ossigenazione dei tessuti, e la vite rossa, che protegge i vasi sanguigni. Invece se è l'ansia a causarti i giramenti di testa la parola d'ordine è relax, quindi via libera a tisane e oli essenziali rilassanti (di erbe come melissa, valeriana, passiflora, camomilla). Elimina poi dalla tua alimentazione il caffè, gli alcolici e non fumare, cosa che farà bene, oltre che ai tuoi polmoni, anche alla salute del tuo stomaco specialmente se soffri di gastrite nervosa. Infine per i giramenti di testa da cervicale ottimi rimedi sono i massaggi con creme e gel a base di arnica, artiglio del diavolo, rosmarino o lavanda.

Giramenti di testa, cosa fare se non passano

In caso di giramenti di testa causati da altri problemi però i rimedi naturali non bastano: rivolgiti sempre al medico nel momento in cui i capogirinon passano da soli dopo qualche giorno o se sono frequenti. I giramenti di testa continui infatti non sono da sottovalutare, perché potrebbero essere il primo sintomo di una serie di patologie (come disturbi all'orecchio, sinusite, carenze di sali minerali, pressione alta, malattie cardiache e della tiroide) che sarà possibile individuare solo attraverso una serie di esami diagnostici e visite specialistiche, dalle analisi del sangue alla misurazione della pressione, dall'elettrocardiogramma alla TAC, dalla risonanza magnetica alla visita con un otorino. In questo modo il medico e lo specialista potranno intervenire subito e fornirti una cura efficace che ti farà sentire subito meglio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute