Come proteggersi dal sole? 5 dritte per abbronzarsi in sicurezza

Per sfoggiare una tintarella invidiabile (e sana), tutto quello che devi sapere per proteggere l'epidermide

image
Getty Images

Per non rovinarti le tanto agognate vacanze con qualche brutta sorpresa, come una brutta scottatura sulla pelle, e anche per far durare di più l'abbronzatura (che deve essere fantastica ma deve anche lasciare la pelle sana), prima di andare a sdraiarti in spiaggia devi essere super-preparata. Dopo aver messo in valigia il bikini, un libro e il tuo lettore mp3, ecco tutto quello che devi sapere per proteggere la tua pelle durante l'esposizione al sole.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

5 consigli per proteggere la pelle al meglio

1. La protezione solare inizia dalla tavola, e se non lo hai fatto in queste settimane puoi ancora recuperare il tempo perduto: metti nel tuo piatto tanti cibi ricchi di vitamina A, C, E, betacarotene e antiossidanti (ad esempio procurati gli 8 cibi che ti aiutano a non scottarti).

2. Scegli sempre la protezione solare più adatta a te, in base al tuo fototipo: bassa (6 - 10) se hai la pelle olivastra e i capelli scuri, media (15 - 20 o 25) se hai la pelle sensibile e i capelli castani o biondo scuri, alta (30 - 50) se hai la pelle chiara e i capelli biondi o castani, e molto alta (50+) se hai la pelle chiara e i capelli rossi. Applica la crema o il latte solare almeno una mezz'ora prima di andare in spiaggia o in piscina, anche se è nuvoloso e anche se sei già abbronzata (puoi ancora scottarti!). Riapplica la protezione spesso, ogni 2/4 ore, soprattutto se hai fatto il bagno e anche se hai scelto un prodotto waterproof. Gli stessi consigli valgono per i bambini, ma dato che la loro pelle è delicata bisogna scegliere per loro sicuramente una protezione solare molto alta. Intanto se hai altre curiosità sui solari sui prova a dare un'occhiata qui.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

3. Prima di esporti al sole tieni presente l'orario e dove ti trovi (questo vale ad esempio quando prendi il sole in montagna: più sale l'altitudine, più hai bisogno di protezione). Comunque non devi mai metterti sul lettino nelle ore più calde della giornata, ovvero tra mezzogiorno e le 15, anche se hai la pelle poco sensibile o già abbronzata.

4. Fai attenzione alla radiazione riflessa, che può agire sulla tua pelle come fosse uno specchio: questo fenomeno accade ad esempio sulla neve e quando sei in acqua, al mare o in piscina. Attenta anche a quando cammini in città, come già detto specialmente quando il cielo è coperto dalle nuvole: visto che i raggi solari estivi sono comunque forti usa cosmetici con FPS integrato.

5. Ricordati dopo ogni esposizione al sole di spalmare un prodotto doposole, che ha un effetto lenitivo. Se la pelle si è arrossata o se ti è venuto un eritema solare eventualmente puoi anche ricorrere a qualche rimedio naturale, come impacchi di yogurt o camomilla, gel all'aloe o fettine di patate, da applicare sulla zona arrossata.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute