Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Tutti i segreti del tarassaco, tra proprietà e benefici (detox)

Il tarassaco è un vero e proprio toccasana per il nostro organismo, e non solo per la salute del nostro fegato ma anche per combattere la cellulite

Il fiore di tarassaco
Getty Images

Il tarassaco, pianta dai tipici fiori gialli diffusissima nelle nostre campagne, è usato da sempre come rimedio naturale per le sue numerose proprietà curative: conosciuto anche come dente di leone e cicoria selvatica al termine della sua fioritura è inconfondibile perché si trasforma nel cosiddetto soffione. Ha un gusto molto amaro ma, come insegna anche la tradizione popolare, il suo sapore (dovuto alla presenza di tarassicina e inulina) è una sorta di prova della sua efficacia!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Tarassaco, benefici e a cosa serve

In molti conoscono gli effetti depurativi e disintossicanti del tarassaco che è un toccasana soprattutto per il fegato dato che regola anche la produzione della bile. Ma hai tanti altri buoni motivi per raccoglierlo e farne una scorpacciata quando vai a farti una passeggiata per i campi soprattutto in montagna: ad esempio il tarassaco ha un effetto diuretico e può aiutare a purificarti, a combattere la cellulite e la ritenzione idrica, meglio ancora se assunto in associazione con betulla, carciofo oppure ortica.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Non solo tisana di tarassaco!

Oltre all'infuso di tarassaco, a base di foglie fresche o di radici essiccate, questa pianta si può usare anche come ingrediente di una salutare insalata: per un tocco di gusto ti basterà aggiungere rucola, uova, rapanelli, noci e anche germogli di soia, e condire il tutto con un filo d'olio, sale e aceto balsamico. Con i fiori puoi preparare anche la marmellata di tarassaco, mentre con la radice di tarassaco tostata puoi ottenere anche un surrogato del caffè.

Getty Images

Miele di tarassaco, le proprietà

Dal polline dei fiori del tarassaco si ricava anche il miele di tarassaco: si tratta di un tipo di miele, di colore giallo vivo, che a differenza degli altri è più difficile da produrre visto che il tarassaco fiorisce molto presto, in un periodo - che va da febbraio a maggio - in cui le api non sono numerose negli alveari. Come avviene per la pianta anche il miele di tarassaco è conosciuto per le sue proprietà depurative e diuretiche, ma aiuta anche la digestione ed è ricco di vitamine e sali minerali.

Tarassaco, controindicazioni ed effetti collaterali

A causa delle sostanze che contiene, non devi consumare il tarassaco se soffri di gastrite, reflusso gastroesofageo e ulcera peptica perché aumenta l'acidità dello stomaco (aspetto da tenere presente anche se si stanno assumendo farmaci antinfiammatori come i FANS). Inoltre il suo uso è controindicato in gravidanza, durante l'allattamento e in caso di insufficienza renale e presenza di calcoli. Per quanto riguarda invece il miele devono prestare particolare attenzione le persone che soffrono di allergie ai pollini.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute