Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Mal di testa, cosa mangiare e cosa evitare

Il libro Mangia sano che ti passa a cura di Piero Barbanti ed Emilio Jirillo (edito da CIC) rivoluziona alcune credenze sul rapporto alimentazione e mal di testa 

mal-di-testa-cosa-mangiare-evitare
Getty Images

Preparati a rivoluzionare alcune delle più diffuse credenze sul mal di testa o meglio, del rapporto tra alcuni cibi e alimentazione. Ne parlano Piero Barbanti, responsabile del Centro per la diagnosi e terapia delle cefalee e del dolore dell'Irccs San Raffaele Pisana di Roma, ed Emilio Jirillo, professore ordinario di Immunologia dell'Università degli Studi Aldo Moro di Bari, nel loro nuovo libro Mangia sano che ti passa - Nutrizione e mal di testa (CIC Edizioni Internazionali, 2016, 544 pp, 23 €).

Il volume, che affronta lo spinoso tema del rapporto tra nutrizione e mal di testa, è una sorta di "processo ai cibi": ci sono alimenti assolti con formula piena, altri per insufficienza di prove, altri ancora senza ombra di dubbio colpevoli. Un comodo abbecedario dalla A alla Z dei cibi che aiuta a orientarsi nelle scelte a tavola: indipensabile per chi soffre di emicrania, utile per chi vuole capire come risparmiarsi qualche mal di testa di troppo facendo attenzione a quel che mette nel piatto.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI ai latticini
Getty Images

I latticini sono spesso messi sotto accusa, ma secondo recenti studi alte dosi di vitamina D contribuiscono alla prevenzione dell'emicrania.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI agli alimenti freschi
Getty Images

In caso di frequenti attacchi di emicrania sono preferibili i cibi freschi anziché quelli conservati. Questo a causa dei conservanti, che possono provocare episodi di mal di testa.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI all'acqua
Getty Images

L'acqua riveste un ruolo importantissimo per la buona funzionalità cerebrale, compresa un'azione preventiva dell'emicrania. Anche se non hai lo stimolo della sete, cerca di berne almeno 2 litri al giorno.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI a vitamina B2 e coenzima Q10
Getty Images

Anche la vitamina B2, contenuta in prodotti come latte, formaggio, yogurt, lievito di birra, manzo, pollo e mandorle, e il coenzima Q10, contenuto in tonno, sardine, manzo, spinaci, soia, arachidi e noci, prevengono l'emicrania.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI al cioccolato
Getty Images

Dopo tante privazioni, via libera al cioccolato! Non c'è infatti nessuna evidenza scientifica che questo alimento provochi il mal di testa. Inoltre, sembra che la voglia di cioccolato sia un tipico segnale dell'emicrania in arrivo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI agli zuccheri (nelle giuste quantità)
Getty Images

Se sei a dieta, e quindi riduci l'apporto di carboidrati, ma ti aspetta una giornata faticosa assumi comunque degli zuccheri. In caso di carenza infatti il rischio di emicrania è dietro l'angolo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi mal di testa: SI ai salumi (con molta moderazione)
Getty Images

Insieme ai latticini i salumi sono finiti sempre nel mirino: anche se non esistono prove scientifiche come causa scatenante del mal di testa è meglio non esagerare, ma una o due porzioni a settimana sono ammesse per tutti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: NO all'alcool e agli happy hour
Getty Images

Venendo invece agli alimenti no, da evitare l'alcool e di conseguenza anche gli happy hour: il vino bianco e alcuni superalcolici possono infatti scatenare in chi ne soffre attacchi di emicrania anche a distanza di ore, e spiluccare cibo come avviene durante gli happy hour non aiuta.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: NO al digiuno
Getty Images

Vietatissimo anche saltare un pasto o ritardarlo troppo. Il mal di testa è in agguato ed è meglio inserire alcuni spuntini nel corso della giornata, per non rimanere mai a corto di energia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI al tè
Getty Images

In caso di attacco di emicrania c'è un rimedio che si può provare: il tè, grazie alla sua teina, ha infatti un effetto analgesico.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Cibi e mal di testa: SI al peperoncino
Getty Images

La capsaicina, principio attivo "piccante" del peperoncino, si lega al recettore Trpv1 localizzato sulle terminazioni del trigemino e responsabili del mal di testa: in un primo tempo le stimola, ma poi - con il consumo costante - via via le desensibilizza, con un effetto analgesico.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute