Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

14 alimenti che fanno bene alla tiroide e non dovrebbero mai mancare nella tua dieta

I consigli dei nutrizionisti sull'alimentazione migliore per garantire il corretto funzionamento di questa piccola ghiandola che ha però un'importanza fondamentale per il benessere del nostro organismo

tiroide alimenti che fanno bene ipotiroidismo ipertiroidismo
Getty Images

I problemi alla tiroide, dovuti ad un alterato funzionamento della ghiandola tiroidea, possono essere suddivisi in due patologie: ipotiroidismo e ipertiroidismo e possono manifestarsi con diversi sintomi. I pazienti soffrono di alterazione del peso (ne sa qualcosa Gigi Hadid), stanchezza e debolezza, scarsa concentrazione, sonnolenza (o insonnia), nervosismo, sensibilità al caldo e al freddo, disturbi intestinali e possono avere problemi anche a cuore, fegato e reni.

Un gruppo di esperti nutrizionisti hanno raccomandato al sito eatthis.com alcuni alimenti per aiutare le persone con problemi alla tiroide. Se anche tu ne soffri puoi dare un'occhiata a questa lista (ovviamente continuando a prendere le tue medicine).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 L'acqua giusta
Getty Images

L'acqua del rubinetto può contenere alti livelli di cloro o di fluoro (o entrambi) che possono interferire con la funzione della tiroide. Ecco perché è consigliabile usare un filtro o comprare una caraffa filtrante.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
2 Sale iodato
Getty Images

Il nutrizionista Ashvini Mashru raccomanda l'aggiunta di iodio. «È l'elemento più importante nel funzionamento della tiroide», spiega. «Senza iodio la nostra tiroide non riesce ad aiutare gli ormoni necessari a supportare tutti i tessuti del corpo». Uno dei modi più semplici per avere iodio nella dieta di tutti i giorni è attraverso il sale iodato, ma attenzione a non esagerare con l'uso.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
3 Carne di manzo
Getty Images

La carne di manzo è  un'ottima fonte di selenio, ferro e zinco. Contiene anche la tirosina, un aminoacido che può contribuisce a rafforzare la produzione degli ormoni tiroidei.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
4 Verdure crucifere
Getty Images

Le verdure crucifere come cavoli, broccoli e cavolfiori sono molto importanti per la nostra salute, perché ricche di vitamine, ma chi ha problemi alla tiroide dovrebbe mangiarle crude o in alternativa cotte al vapore.  

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
5 Spinaci
Getty Images

«Molte persone che soffrono di ipertiroidismo possono diventare anemiche, cioè sono carenti di ferro», spiega la nutrizionista Chelsea Elkin. Ecco perché è necessario integrare il ferro nella dieta. «Consiglio gli spinaci (insieme con la maggior parte delle verdure a foglia verde scuro) ma il ferro è assimilato meglio con la vitamina C, quindi considerate l'abbinamento di spinaci con un bicchiere di succo d'arancia per massimizzare l'assorbimento».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
6 Ceci
Getty Images

«I ceci contengono circa 5 mg di ferro per tazza», spiega Chelsea Elkin. «Sono incredibilmente versatili e sono anche ricchi di proteine. Possono essere aggiunti a un'insalata o alla pasta, usati per fare l'hummus o semplicemente arrostiti... le possibilità sono infinite! Vi consiglio l'abbinamento ceci con broccoli per una combinazione di ferro e vitamina C». 

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
7 Noci
Getty Images

«Le noci sono ricche di acidi grassi omega 3, che possono aiutare a ridurre le infiammazioni», spiega la nutrizionista  Jessica Patel. Ma non esagerate: 1/4 di tazza di noci equivale a 18 grammi di grassi e 180 calorie.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
8 Tonno pinna gialla
Getty Images

Il tonno pinna gialla è ricco di selenio: «Il selenio contribuisce a regolare il metabolismo e anche a mantenere la giusta quantità di ormoni tiroidei nei tessuti e nel sangue, nonché nel fegato, nei reni e anche nel cervello», spiega Ashvini Mashru

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
9 Ostriche
Getty Images

Le ostriche sono una delle migliori fonti di zinco, essenziale per la corretta funzione della tiroide.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
10 Sardine
Getty Images

Una porzione di sardine contiene 4,4 mg di ferro, quasi il 25% del fabbisogno totale giornaliero. Sono anche ricche di selenio e di omega 3.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
11 Uova
Getty Images

«Le uova sono una grande fonte di iodio, sono incredibilmente versatili e ci sono tanti modi per integrarle nella dieta», ci ricorda Chelsea Elkin.  

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
12 Yogurt bianco magro
Getty Images

«Lo yogurt bianco contiene il 50% del valore giornaliero raccomandato di iodio. È fantastico se mangiato con mirtilli e fragole, entrambi ricchi di iodio, e potete anche aggiungere una spolverata di noci per ricavare grassi sani», dice Chelsea Elkin.  

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
13 Caffè decaffeinato
Getty Images

Il caffè può disturbare la vostra tiroide, in particolare a causa del cortisolo, l'ormone dello stress. Scegliete piuttosto il caffè decaffeinato.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
14 Probiotici
Getty Images

«L'ideale sarebbe consumare regolarmente probiotici da alimenti o da integratori. Dal momento che il 70% del sistema immunitario si trova nel tratto digestivo, i probiotici (batteri amici che vivono nell'intestino) possono rafforzare il sistema immunitario», spiega Patel. «Potete trovarli in alimenti come i crauti, nel tè kombucha, nel kefir e kimchi (piatto tradizionale coreano a base di verdure fermentate con spezie). Se scegliete un integratore, cercate un probiotico di alta qualità con una quantità di Cfu (unità formanti coloniedi almeno 25-50 miliardi».  

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute