Senza voce? Torna a cantare con i rimedi naturali e omeopatici

Raucedine, afonia, abbassamento della voce, succede ai cantanti a Sanremo ma anche a noi: il medico della voce spiega come come risolvere il problema grazie ai rimedi naturali e all'omeopatia

Corde vocali affaticate o infiammate? Abbassamento della voce? Può succedere, anche ai cantanti che vanno al Festival di Sanremo. L'uso eccessivo della voce, tra prove continue e interviste, così come gli sbalzi di temperatura tipicamente invernali, possono causare infiammazioni e disturbi vocali. Un dramma, per chi è pronto a calcare il palco dell'Ariston. Ma anche per noi, quando dobbiamo parlare molto per lavoro o quando un colpo di freddo o l'umidità ci lasciano senza voce.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Come mantenere la voce in salute, dunque? Ecco i consigli del dottor Franco Fussi, specialista in Foniatria e Otorinolaringoiatria, responsabile del Centro Audiologico Foniatrico dell'azienda Usl di Ravenna. Rimedi naturali, esercizi e cure omeopatiche per una voce sempre in forma e per curare i più comuni disturbi della voce.

1. Idratare le corde vocali

«Il primo consiglio è quello di bere molto, almeno due litri di acqua al giorno, per mantenere idratate le corde vocali», spiega il medico. Se la voce è stanca, o quando è in corso una flogosi o temporanea irritazione delle mucose, andrebbero effettuate docce prolungate per umidificare le mucose che rivestono la laringe e le corde. «In presenza di fenomeni di infiammazione non andrebbero, invece, consumate bevande calde dopo l'uso prolungato della voce, per evitare che accresca lo stato infiammatorio».

2. Riscaldamento vocale e riposo

Tra i segreti per mantenere una buona qualità vocale, si trovano indubbiamente l'apprendimento delle tecniche di riscaldamento vocale, una corretta gestione della respirazione e una giusta postura per il mantenimento di un adeguato allineamento spalle-collo-capo. Al termine di una performance canora - o di un prolungato utilizzo della voce - andrebbe inoltre effettuato un periodo di riposo vocale applicando, al tempo stesso, tecniche di raffreddamento della voce.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

3. Abbassamento della voce rimedi omeopatici

Tra le terapie che consentono alle corde vocali di recuperare una funzionalità ottimale in caso di raucedine, afonia o fonastenia, c'è anche l'omeopatia. Se la causa della tua raucedine è dovuta a uno sforzo vocale eccessivo puoi provare Arnica montana 9 CH, 5 granuli 3 volte al giorno. Quando la voce è rauca al risveglio e torna progressivamente parlando, il medicinale omeopatico più adatto è Rhus toxicodendron 9 CH, 5 granuli 3 volte al giorno. Se la sintomatologia compare dopo un'esposizione a correnti d'aria e al freddo è utile Aconitum15 CH, 5 granuli ogni 2 ore, fino al miglioramento dei sintomi. «Per ridurre l'affaticamento vocale, consiglio Arum triphyllum 9 CH e Arnica montana 9 CH, 5 granuli di ciascun rimedio al termine della prestazione vocale», spiega il dottor Fussi. Arum triphyllum migliora la resistenza e la brillantezza del timbro vocale, mentre Arnica montana agisce come anti-trauma e defatigante vocale. In tutti i casi, per un rapido sollievo in caso di affaticamento alle corde vocali è indicato il complesso Homeox, 2 compresse ogni 2-3 ore.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute