Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Gastrite: sintomi e rimedi

Puoi combattere la fastidiosa infiammazione con i rimedi naturali e con la giusta alimentazione, ecco come fare

gastrite-sintomi-rimedi
Getty Images

Ti svegli e già inizi a correre, la tua vita va già a mille all'ora prima ancora di timbrare il cartellino, le preoccupazioni ti investono senza lasciarti respirare e a metà giornata inizi a sentire un fastidioso bruciore alla bocca dello stomaco: eccola, è la gastrite in agguato.

Come capire se hai la gastrite

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La gastrite ha alcuni sintomi inequivocabili: il bruciore è appunto un primo segnale di allarme che spesso dopo i pasti peggiora. La pancia e lo stomaco sono gonfi, puoi avere nausea e vomito, e di conseguenza ti passa la voglia di mangiare. Ma tra i sintomi della gastrite c'è anche un dolore nella parte alta dello stomaco, sotto lo sterno, che può essere più o meno intenso.

Gastrite, perché viene?

La gastrite può avere diverse cause: la più famosa è l'infezione causata dal batterio Helycobacter pilori, che una volta scovato tramite un esame clinico specifico può essere eliminato facilmente con un antibiotico. 

Ma ci sono anche altre cause, tra cui l'uso frequente di farmaci antinfiammatori, l'assunzione di sostanze irritanti come caffè e alcool, l'alimentazione sbagliata, il fumo e ovviamente il già citato stress.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Gastrite, i rimedi

Per la gastrite ci sono diversi rimedi, sia naturali sia farmacologici. Per quanto riguarda i medicinali, di solito i medici prescrivono antiacidi, protettori della mucosa gastrica e i cosiddetti inibitori della pompa protonica, che diminuiscono la produzione degli acidi nello stomaco. In ogni caso, è sempre meglio chiedere un consulto ad uno specialista anche per valutare l'opportunità di fare eventuali esami più approfonditi, come ad esempio la gastroscopia, per valutare la situazione, correre ai ripari ed evitare peggioramenti.

La natura può venirti temporaneamente in aiuto: in caso di gastrite bevi la camomilla o la tisana al finocchio, che ti aiuta a digerire e sgonfia la pancia, oppure quella alla liquirizia (tranne se hai la pressione alta).

Importantissimo poi tenere sotto controllo lo stress: puoi provare con lo yoga o qualche altra disciplina che ti aiuti a scaricare le tensioni e fai attività fisica. Insomma, dedicati a qualcosa che ti rilassa!

Getty Images

Gastrite, cosa mangiare?

Non è facile scegliere cosa mangiare quando hai la gastrite, anche perché qualsiasi cosa mangi ti sembra un macigno, e anche un cracker può trasformarsi, come pesantezza, nel pranzo di Natale.

Sicuramente devi dire addio all'amatissimo caffè e in generale alle sostanze irritanti, come i cibi troppo speziati, e assolutamente niente fritti e alimenti grassi. Da evitare anche gli alimenti acidi, come il succo d'arancia, e le bibite gassate.

Preferisci cibi magri, cotti in modo leggero - alla griglia o al vapore - conditi con un filo d'olio, frutta e verdura. In generale cerca di mangiare poco e più volte al giorno, con qualche spuntino (sano), in modo che il carico sullo stomaco non sia mai elevato.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute