Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

Come dormire bene quando fa caldo

D'estate (e soprattutto in questi giorni) può essere difficile dormire bene di notte per via del caldo, per fortuna ci sono alcune dritte che potrebbero svoltarti la nottata e farti finalmente riposare bene

Come dormire bene quando fa caldo
Getty Images

Te lo ricordi certamente quello spot (che poi è diventato un tormentone) che diceva: «Antò, fa caldo!». Ecco, in estate è una realtà per molti che, stremati dal caldo, non riescono nemmeno a dormire.

Dormire bene quando fa caldo non è facile e ognuno di noi ha i propri trucchetti per far fronte all'emergenza. Anche perché al mattino, volenti o nolenti, bisogna alzarsi e andare a lavorare e se non si ha un sonno ristoratore alle spalle, difficile arrivare a sera lucidi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Allora, come dormire bene quando fa caldo? Alcuni consigli possono tornarci utili, escamotage validi per tutto l'anno a dire il vero ma particolarmente interessanti per l'estate.

Ambiente

Una camera da letto silenziosa, fresca, buia e confortevole è l'ideale per dormire. Investi in un buon materasso, che si rivelerà un tuo ottimo alleato quando sarà l'ora di andare a letto. Insieme al materasso, valuta l'acquisto di un cuscino che ti sostenga. Una buona temperatura per dormire è di 17 gradi.

Usa la camera da letto per dormire, non per guardare la tv o per fare lunghe telefonate. Anzi, se in camera non ci sono strumenti elettronici è ancora meglio. In ogni caso, ricordati di spegnere telefoni, tablet, tv, computer e tutte queste attrezzatura un'oretta prima di andare a dormire. Puoi impiegare questo tempo facendo yoga rilassante (ma evita gli esercizi che ti appesantiscono), oppure per fare una passeggiata con Fido: farà bene a te e a lui!

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Regolarità

Spesso non ci si pensa, ma la regolarità aiuta molto a dormire. Abitua il tuo corpo a trascorrere a letto sempre lo stesso numero di ore ogni notte. Sgarrare una volta non fa nulla, ma non avere un orario è veramente deleterio per il riposo. Sempre a questo riguardo, non alzarti se ti svegli nel corso della notte. Prova a resistere e rimani a letto. Se ti alzi, infatti, abitui il tuo corpo a svegliarsi in maniera più frequente. La scienza e l'esperienza dicono che un sonno ininterrotto è più rigenerante: per questo motivo, punta la sveglia all'orario in cui vuoi alzarti. Lo scherzetto di metterla un quarto d'ora o mezz'ora prima per poter continuare a sonnecchiare, alla fine ti farà solo del male perché ti farà dormire di meno.

Cena

Non andare a dormire subito dopo aver mangiato! Lascia passare 2/3 ore tra la fine della cena e l'andare a letto. Ovviamente, una cena leggera, che se mangi pesante non dormirai certo bene. Ricordati anche di evitare caffè e altre bevande stimolanti dopo le 14.

Rinfrescati

Prima di andare a letto potrebbe essere utile una doccia fredda, in modo da abbassare la temperatura corporea. E ricorda che andare a dormire senza mutande fa bene alla salute, soprattutto nelle sere estive!

Pisolino

La classica pennichella pomeridiana può essere un toccasana, soprattutto quando fa caldo. Al massimo 30 minuti di sonnellino, tra le 12 e le 15: in questo modo si può essere più svegli per tutto il pomeriggio e la serata e poi, quando è ora, dormire serenamente. Ma, ricorda, mezz'ora, non di più!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute