Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie. Accedi alla Cookie Policy.

La birra è meglio di un analgesico? Forse sì, forse no... ma non esageriamo!

Alcuni ricercatori della Greenwich University hanno scoperto che due bicchieri di birra potrebbero ridurre di un quarto il dolore fisico

Getty Images

Quando ho mal di testa prendo un analgesico (e probabilmente lo fate anche voi). Ora leggo online che alcuni ricercatori della Greenwich University hanno scoperto che due bicchieri di birra potrebbero ridurre di un quarto il dolore fisico. Secondo lo studio pubblicato su The Journal of Pain, avere un tasso alcolemico di circa 0,08 grammi per un litro di sangue aumenta la soglia di tolleranza del dolore: «Secondo i risultati l'alcol è un analgesico efficace che fornisce riduzioni clinicamente significative nei punteggi di intensità del dolore. Questo potrebbe spiegare l'abuso di alcol in coloro che hanno un dolore persistente, nonostante le potenziali conseguenze per la salute a lungo termine».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Il Dr. Trevor Thompson, che ha condotto lo studio, ha sottolineato al Sun che «L'alcol potrebbe essere paragonato a farmaci oppioidi come la codeina, e il suo effetto è più forte del paracetamolo».

Al di là delle ipotesi, mi raccomando a non esagerare: mai abusare di alcol, piuttosto se avete un dolore cronico, molto meglio rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute