Come è cambiato il rapporto delle donne con la loro vagina, fra emancipazione femminile e insicurezza

Dai prodotti specifici per l'igiene intima ai trattamenti estetici vaginali, passando addirittura per la chirurgia dei genitali: che cosa c'è dietro tutta questa voglia di avere vagine perfette?

Vagina trattamenti estetici chirurgia intima femminile
Getty Images

Sempre più spesso, ultimamente, star dello spettacolo e trasmissioni tv americane promuovono trattamenti di bellezza e di benessere per l'apparato produttivo femminile. Prendersi cura del nostro corpo è sicuramente un gesto sano ma a volte si rischia di esagerare. Un team di esperti ha dichiarato i loro pensieri al sito Allure.com. Lauren Streicher, professoressa di ostetricia e ginecologia presso la Feinberg School of Medicine della Northwestern University di Chicago, ha spiegato: «Le donne stanno adottando un approccio più proattivo verso la loro salute sessuale, il che è una buona cosa, ma questo sottolinea anche le loro insicurezze. C'è tutto un mercato oggi intorno ai genitali femminili».

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Getty Images

Un paio di anni fa Gwyneth Paltrow aveva raccontato dei bagni di vapore alla vagina, un trattamento che aveva sperimentato personalmente, una sorta di pulizia dell'utero. Era salutare? Funzionava? Quante donne avranno seguito i suoi consigli? I medici lo hanno sconsigliato:

«C'è la possibilità di rimanere ustionate», spiega Hilda Hutcherson, professoressa di ostetricia e ginecologia presso la Columbia University Medical Center. «Ma sono anche preoccupata per il messaggio che invia: trattamenti di questo tipo implicano che le vagine siano poco attraenti».

L'igiene femminile coinvolge anche la vita sessuale di una donna. Il 43% delle donne ha confessato l'incapacità di avere un orgasmo, secondo Planned Parenthood.

«Non credereste al numero di donne che mi dicono di non aver mai avuto un orgasmo», dichiara Cindy Barshop, fondatrice e Ceo di VSpot Medi-Spa di New York City. «Le donne non vogliono parlare di queste cose. Non lo ammettiamo perché abbiamo paura di non apparire normali». Il VSpot offre così dei trattamenti per aiutare la vagina e la vita sessuale. Il laser FemiLift, ad esempio, migliora la lubrificazione, l'elasticità della parete vaginale e riduce l'urgenza urinaria.

In futuro esisteranno quindi saloni di bellezza e ambulatori solo per la nostra vagina? Sì, ci sono già. Se trattamenti specializzati costano veramente moltissimo (per una sessione si parla addirittura di 3mila dollari!), esistono anche prodotti per l'igiene femminile alla portata di tutte noi: salviettine, schiume, medicine contro l'infezione, gel contro gli odori... il marketing si fa sempre più aggressivo. E non è assolutamente positivo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

«È uno spreco completo di denaro», insiste Hutcherson. «Il tuo corpo regola il pH, ed è ridicolo suggerire qualcosa di simile a un detergente intimo per creare questo equilibrio». Hutcherson suggerisce il modo migliore per lavarsi: sapone senza profumo e acqua normale.

Getty Images

Ma le donne sono difficili da convincere. Secondo un recente sondaggio da parte del Gruppo Benchmarking, oltre il 50% delle donne sono interessate ad acquistare prodotti specifici per l'igiene femminile.

E personalmente posso anche capire l'igiene, ma non comprendo arrivare ad operazioni estetiche. Come approcciarsi alla riduzione chirurgica delle labbra vaginali? L'American College of Obstetricians and Gynecologists la sconsiglia, ovviamente, evidenziando rischi di infezioni, cicatrici e dolore durante i rapporti sessuali. L'operazione, chiamata labiaplasty, serve solo in casi di malformazioni (quindi per motivi di salute e non certo per bellezza!).

Eppure non è così: «Quando una donna sente che i suoi genitali sono troppo grandi può influenzare l'autostima, l'immagine del suo corpo e la vita sessuale», spiega Michael P. Goodman, un chirurgo plastico genitale di Davis, California. «Il più delle volte, le donne vengono da me con preoccupazioni funzionali ed estetiche. Io non credo di avere il diritto di mandarle via. Le donne dicono "Io posso fare quello che voglio con il mio corpo", ed è sempre una buona cosa».

Davvero? Questa voglia di modificare il proprio corpo è chiaro sintomo di insicurezza: operarsi alla vagina per puro senso estetico (ripetiamo: diverso è il discorso di un problema di salute) rischiando dolore e cicatrici, è veramente un segno di emancipazione femminile? Solo perché, per esempio, gli uomini vedono pornostar con genitali "perfetti" allora dovremmo essere tutte così? Che assurdità.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute