Leggere libri allunga la vita e lo dice la scienza

Un recente studio dell'università di Yale pare dimostrare che essere lettori accaniti giovi a tal punto alla salute da rendere più longevi, ma a patto di spegnere la tv

image
Getty Images

Leggere fa bene, e non solo al cervello. La rivincita delle secchione, quelle, per dire, che questi libri da noi suggeriti per il 2017 li hanno già letti tutti, passa attraverso una gran buona notizia che riguarda la salute. E non solo quella del loro assai tonico cervello, ma più in generale quella di tutto il corpo, perché un recente studio condotto da specialisti di epidemiologia e salute pubblica della celebre Università americana di Yale, leggere libri, anche non necessariamente uno al giorno benché sia possibile, possiede chiaramente proprietà che allungano la vita.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

E che cosa dice questa ricerca? Nulla di così nuovo, in realtà, e cioè che la lettura di libri (se siete a corto di idee qui vi suggeriamo qualche titolo inossidabile) ha «effetti positivi di carattere emotivo e sociale che esulano da quelli meramente cognitivi», ma la cosa in più è che lo dimostra con dati scientifici. E ancora: gli studiosi hanno trovato che sostituire la televisione con la lettura nella gestione del proprio tempo libero sia la mossa vincente per vedere allungata la propria aspettativa di vita.

E se la mancanza di tempo è la vostra scusa per preferire smartphone e social network a un buon, vecchio volume, ebbene sappiate che esistono anche quelli da leggere in 10 e dico 10 minuti.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Salute